fbpx

Lega: Manzoni, ‘rischio reputazione, mio peccato essere commercialista Carroccio’ (2)

(Adnkronos) – “Io non temo quello che non ho fatto. Sono tranquillo sul fronte giudiziario, sono sicuro che tutto si risolverà per il meglio, ma mi angustia sapere cosa leggono di me la mia famiglia e i miei clienti: la parte reputazionale mi fa paura in un momento generale già complicato. C’è già chi mi solleva questioni, chi crede alla mia estraneità ma preferisce cambiare come se per la proprietà transitiva potesse avere problemi anche lui”, spiega Manzoni che non ha ereditato uno studio di famiglia e rivendica il duro lavoro messo a rischio per lo “sputtamento” sulla stampa.
“Il commercialista della Lega si è fatto pagare le fatture, cioè il suo lavoro: è questo che ho sbagliato? Mi sembra una vicenda paradossale. Non vorrei trovarmi costretto a chiudere o a licenziare persone che non c’entrano nulla. Abbiamo accettato la sfida di sostituire la struttura amministrativa della Lega in un momento di ristrettezze finanziarie, siamo riusciti a contribuire ad una ristrutturazione di successo e ora pare che vogliano dirmi che quello che ho fatto ‘non s’ha da fare'”, conclude Manzoni.