fbpx

Il reggino Giovanni Arichetta e i Carboidrati sono i primi finalisti del “Calabria Fest tutta italiana”

  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
  • Foto Massimiliano Natale
    Foto Massimiliano Natale
/

Il reggino Giovanni Arichetta e i Carboidrati sono i primi finalisti del “Calabria Fest tutta italiana” a Lamezia Terme, trasmesso in diretta streming da rai radio tutta italiana

Il torinese Giovanni Arichetta, originario di Reggio Calabria e Carboidrati di Crotone sono i primi due finalisti del “Calabria Fest Tutta Italiana”, il prestigioso Festival della Nuova Musica Italiana al via ieri sera sull’imponente palcoscenico di Corso Numistrano di Lamezia Terme, organizzato da Art-Music&Co, con la direzione artistico-organizzativa di Ruggero Pegna, la collaborazione di Rai Radio Tutta Italiana e il contributo dell’ Assessorato alla Cultura della Regione Calabria nel quadro degli “Eventi Storicizzati di Rilievo Nazionale”.
Il Festival, tra i principali e il più innovativo per tecnologia e format dedicato alla valorizzazione di giovani talenti, come sottolinea Giusy Leone, presidente di Art-Music&Co, ha anche il Patrocinio di Assomusica (associazione italiana organizzatori e produttori di spettacoli dal vivo), della Direzione Generale della Siae e del Comune di Lamezia Terme. Impeccabile e davvero magistrale la conduzione di Gianmaurizio Foderaro, storica voce Rai e responsabile di Radio Tutta Italiana, la nuova rete social che trasmette l’evento in dab e streaming sulla sua pagina facebook ufficiale, attraverso la quale è anche avvenuta la selezione dei finalisti. Altissima la qualità dei concorrenti, che ha messo in imbarazzo la giuria, ieri sera presieduta dall’avvocato Leopoldo Lombardi, già Presidente dell’Afi, tra le figure di maggior prestigio del mondo discografico italiano. Giovanni Arichetta e Carboidrati hanno superato nella prima semifinale Latta di Latina, la romana Ellynora e Andrea Lombardo di Catanzaro, Scenografia spettacolare, organizzazione perfetta e una bravissima ed emozionante Sofia Tornambene, vincitrice di XFactor2019, nelle vesti di ospite speciale, hanno sugellato la prima serata del Calabria Fest, seguita via radio e in video in streaming da oltre 100.000 persone, un nuovo record che si aggiunge agli oltre 35.000 votanti della prima fase, come sottolineato dalla Redazione Web delle Radio Digitali Rai. Stasera seconda semifinale: in gara il reggino Kram (Rosario Canale), le romane Elettra (Elettra Cozzolino) e Nuvola (Elisa Mariotti), il cosentino Claudio D’Addino e il catanese Jo M (Giovanni Mazzarà). Gli ospiti saranno Federica Carta, tra le più amate giovani cantautrici italiane e Chadia Rodriguez, rapper spagnola naturalizzata italiana e di origini marocchine.

Attesa intanto anche Francesco Sarcina e Le Vibrazioni, super ospiti della serata di chiusura insieme a Leo Gassmann, che ha dovuto rimandare la sua presenza a sabato per un calo di voce. Nella serata finale sarà assegnato al vincitore l’ambito “Calabria Fest Tutta Italiana Music Award” come Migliore Nuova Proposta dell’anno, creazione del maestro orafo crotonese Gerardo Sacco. Oltre al premio al primo classificato, saranno assegnati i riconoscimenti per la performance live da Assomusica, per la presenza social da Radio Tutta Italiana e per il miglior testo dalla Siae, su scelta dello stesso presidente Mogol che ha voluto valutare personalmente i testi di tutte le canzoni in gara. Soddisfazione per il grande evento che ha acceso i riflettori nazionali sulla Città e suoi tanti beni culturali è stata espressa dal sindaco Paolo Mascaro, a cui è toccato proclamare i primi due finalisti. Perfetto anche l’allestimento da teatro sotto le stelle coordinato dall’architetto Valeria Nocito dello studio Curatola di Reggio e da Giacinto Lucchino, responsabile logistico di Art-Music&Co, che ha previsto la chiusura di Corso Numistrano, l’esclusiva sistemazione di 980 sedie distanziate e il controllo di tutte le vie di fuga, nel rigoroso rispetto delle misure del Dpcm antiCovid e delle prescrizioni della Commissione di Vigilanza e del Tavolo tecnico tenutosi in Commissariato. “Il limite di pubblico e l’obbligo ad allestire una platea a sedere, con ogni controllo previsto dalle norme – ha precisato Pegna – non sono nostre scelte, ma l’unico modo per effettuarlo rispettando le leggi in vigore. Abbiamo voluto, infatti, confermarlo comunque, trattandosi di un evento Rai di risonanza nazionale. Il Festival nasce come evento di massa. Speriamo che l’anno prossimo il Covid sia solo un ricordo e, in qualsiasi luogo della Calabria in cui si effettuerà, si possa tornare a fare ad ingresso libero.”. Per il controllo di ogni misura sanitaria, sono in vendita biglietti al costo simbolico di euro 5 a sera, acquistabili nei punti Ticketone e il Ferrise Dolce di corso Nicotera a Lamezia Terme, online su ticketone.