fbpx

Industria: nel varesotto produzione secondo trimestre ai minimi storici

Milano, 5 ago. (Adnkronos) – L’indagine congiunturale dell’Ufficio Studi dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese relativa al secondo trimestre 2020 continua a evidenziare una debolezza dello scenario anche a livello territoriale. Il periodo oggetto di analisi è stato in parte ancora interessato dal lockdown e anche le riaperture successive sono avvenute in un clima di profonda incertezza e debolezza.
Nel periodo del lockdown sono state più del 70% le imprese varesine coinvolte nella fermata produttiva totale o parziale. Sotto il profilo della produzione, nel secondo trimestre 2020 si registra un’ulteriore frenata dopo quella registrata a fine marzo, su cui pesano gli effetti del lockdown e il calo della domanda interna ed estera. Il 64,5% delle imprese intervistate ha dichiarato livelli produttivi ancora in calo rispetto al trimestre precedente, il 18% stabili e il 17,5% in aumento. Il dato sul grado di utilizzo degli impianti tocca il suo minimo storico: nel secondo trimestre dell’anno questo indicatore è stato pari a 65,7%, ben al di sotto del dato rilevato nello stesso periodo del 2019 (pari a 84,9%) e in ulteriore calo rispetto ai primi tre mesi dell’anno (quando si era fermato al 70,3%).
“Stiamo perdendo tempo prezioso”, sottolinea il presidente degli industriali di Varese, Roberto Grassi.