Emergenza rifiuti a Reggio Calabria: “in via Lupardini la spazzatura non viene raccolta da due mesi”

rifiuti

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria: la segnalazione di Adriana Musella dal Condominio Parco Pentimele

“Scriviamo per segnalare che in via Lupardini lateralmente agli uffici postali e del catasto, i rifiuti non vengono ritirati da due mesi. La strada e’ diventata una discarica a cielo aperto perché ognuno passa e butta di suo sulla spazzatura già esistente. Hanno depositato persino mobili. I mastelli non sono utilizzabili perché igienicamente pericolosi per la salute pubblica. Non possono essere, infatti lasciati alla mercè di animali randagi, topi e blatte per poi essere riportati nelle nostre case. Come condomini avevamo richiesto contenitori all’interno del parco condominiale ma la nostra voce e’ rimasta inascoltata. Anche l’ufficio igiene e profilassi dell’ASP aveva segnalato un grave inconveniente igienico sanitario ma invano. Oggi ci rivolgiamo agli organi d’informazione perché siamo disperati. Col calore, il liquame produce gas nocivi e sembra di vivere nel terzo mondo essendo la salita di via Lupardini disseminata e intasata di rifiuti ammassati all’ingresso del nostro condominio. Preghiamo le redazioni di venire a constatare di persona e aiutarci nella denuncia. Riteniamo il sindaco della città responsabile a tutti gli effetti per le conseguenze della mancata tutela della salute dei cittadini”. La segnalazione di Adriana Musella, presidente dell’associazione antimafia Riferimenti- Gerbera Gialla, dal Condominio Parco Pentimele di Via Lupardini 1/c l’HD a Reggio Calabria.