fbpx

Elezioni, Berlusconi: “chi non si impegna nella coalizione di centrodestra è fuori da Forza Italia, abbiamo fondato questa coalizione oltre le ambizioni personali”

Elezioni, Berlusconi: “chi non si impegna nella coalizione di centrodestra è fuori da Forza Italia, quei pochi che se ne vogliono andare è bene che lo facciano. Liberano spazio, ora e per il futuro, per chi ci crede davvero”

Silvio Berlusconi in una video conferenza con i vertici di Forza Italia e i coordinatori regionali in vista delle prossime elezioni Regionali e Comunali chiama a raccolta l’intero partito: “dobbiamo chiamare a raccolta le persone serie, le persone per bene, quelli che ci credono davvero, senza curarci di chi ci ha abbandonato per ragioni contingenti, perché non è stata soddisfatta un’aspirazione personale, perché credono di capire da che parte tira il vento e di garantirsi un futuro. Non sono molti, non fatevi impressionare dagli articoli di giornale. Ma quei pochi che se ne vogliono andare è bene che lo facciano. Liberano spazio, ora e per il futuro, per chi ci crede davvero. Su loro, su chi è con noi dal ’94 e sui giovani capaci che si sono avvicinati man mano, dobbiamo puntare per ricostruire. Abbiamo un grande lavoro davanti: ci servono persone serie, motivate, credibili. Non ci serve – prosegue il leader azzurro- chi non ci crede più, chi si è fatto conquistare dalla vecchia politica di palazzo. Queste elezioni regionali e comunali non sono per nulla facili: i governatori uscenti, tutti, sono stati rafforzati in modo clamoroso e imprevisto della vicenda CoViD. Voglio vedere tutti in campo davvero intorno alla nostra bandiera. Chi non lo facesse questa volta si porrebbe fuori dal futuro di Forza Italia. Ma io sono certo –ha sottolineato Berlusconi- che nessuno farà questo errore. Anche io sarò in campo: farò interventi anche sul territorio in tutte le Regioni al voto”.

“Vi invitberlusconio a spiegare ai nostri militanti, ai nostri attivisti – aggiunge Berlusconi- che Forza Italia è indispensabile: non soltanto ha un futuro, ma e’ il futuro. Non esiste un futuro senza di noi. Non si facciano ingannare da chi dice di rappresentare un futuro diverso e migliore. Tutti i tentativi di questo tipo sono falliti e scivolati nell’irrilevanza. Pensate a Monti, ad Alfano, a Montezemolo, a Passera, a Parisi. Tutti avrebbero dovuto occupare il nostro spazio, invece sono scomparsi o sopravvivono in modo stentato alleandosi con noi. Dobbiamo chiamare a raccolta le persone serie, le persone per bene, quelli che ci credono davvero, senza curarci di chi ci ha abbandonato per ragioni contingenti, perche’ non e’ stata soddisfatta un’aspirazione personale, perchè credono di capire da che parte tira il vento e di garantirsi un futuro. Non sono molti, non fatevi impressionare dagli articoli di giornale. Ma quei pochi che se ne vogliono andare e’ bene che lo facciano. Liberano spazio, ora e per il futuro, per chi ci crede davvero. Su loro, su chi e’ con noi dal ’94 e sui giovani capaci che si sono avvicinati man mano, dobbiamo puntare per ricostruire. Abbiamo un grande lavoro davanti: ci servono persone serie, motivate, credibili. Non ci serve chi non ci crede più, chi si è fatto conquistare dalla vecchia politica di palazzo. Queste elezioni regionali e comunali non sono per nulla facili: i governatori uscenti, tutti, sono stati rafforzati in modo clamoroso e imprevisto della vicenda CoViD. Voglio vedere tutti in campo davvero intorno alla nostra bandiera. Chi non lo facesse questa volta si porrebbe fuori dal futuro di Forza Italia. Ma io sono certo che nessuno farà questo errore. Anche io sarò in campo: farò interventi anche sul territorio in tutte le Regioni al voto”. “Il Centro/Destra in Italia esiste – sottolinea– perchè lo abbiamo fondato noi. Vi prego di non credere al Berlusconi concavo e convesso, di non dare retta ai pettegolezzi dei giornali: noi non abbiamo nessuna idea di coalizioni diverse, nessun gioco di sponda con la maggioranza, nessuna possibilità e nessuna volontà di entrare in questo governo. Per noi governare con le sinistre e con i Cinque Stelle è semplicemente impossibile. Sarebbe la negazione della nostra storia e della nostra identità”, conclude.

Elezioni, Berlusconi: “quei pochi che se ne vogliono andare è bene che lo facciano”

“Quei pochi che se ne vogliono andare è bene che lo facciano. Liberano spazio, ora e per il futuro, per chi ci crede davvero. Su loro, su chi è con noi dal ’94 e sui giovani capaci che si sono avvicinati man mano, dobbiamo puntare per ricostruire. Abbiamo un grande lavoro davanti: ci servono persone serie, motivate, credibili. Non ci serve chi non ci crede più, chi si è fatto conquistare dalla vecchia politica di palazzo“. E’ quanto ha detto Silvio Berlusconi in videoconferenza con i vertici di Forza Italia e i coordinatori regionali in vista delle prossime elezioni Regionali.