Coronavirus a Reggio Calabria, Macelleria Malara vittima di una nuova bufala che sta circolando su Whatsapp: “voci infondate, siamo regolarmente aperti”

audio whatsapp coronavirus

Coronavirus a Reggio Calabria, ricomincia la caccia alle streghe: un audio falso nei confronti della storica Macelleria Malara sta in queste ore circolando su Whatsapp

E’ bastato qualche caso di Coronavirus in città per creare il panico tra gli abitanti di Reggio Calabria. La caccia alle streghe è ricominciata come qualche mese fa e adesso nuove bufale hanno ripreso a circolare sui vari social. In queste ore è diventato virale su Whatsapp un falso audio in cui si afferma che all’interno della storica Macelleria Malara si sia verificato un caso di contagio. Nulla di più falso e ad affermarlo sono gli stessi titolari con un post pubblicato sulla pagina Facebook: “La Macelleria Malara smentisce categoricamente qualsiasi voce infondata che sta girando tra i social… SIAMO APERTI e pronti a servire i nostri clienti con le massime precauzioni come abbiamo sempre fatto!”.

L’azienda infatti ha sin dall’inizio rispettato le norme anti Covid imposte a causa dell’emergenza sanitaria, dispone di tutte i dispositivi di prevenzione e svolge il controllo della temperatura corporea ai clienti che si recano all’interno del negozio. La direzione della Macelleria fa sapere che tutelerà le sue ragioni nelle più opportune sedi giudiziarie. Si consiglia dunque come sempre di non fare affidamento alle notizie che provengono dalle piattaforme social e non siano certificate da comunicati forniti da fonti ufficiali.