fbpx

Elezioni Comunali Reggio Calabria: presentati i candidati della lista “Primavera Democratica”

Elezioni Comunali Reggio Calabria: sono stati presentati alla città, questo pomeriggio presso il Comitato del sindaco, le candidate ed i candidati della lista “Primavera Democratica” che sostiene la riconferma del sindaco Giuseppe Falcomatà

Sono stati presentati alla città, questo pomeriggio presso il Comitato del sindaco, le candidate ed i candidati della lista Primavera democratica che sostiene la riconferma del sindaco Giuseppe Falcomatà. A prendere la parola è stato il coordinatore della formazione civica, Giuseppe Basile, che ha parlato “di una lista completa per competenza, voglia e freschezza d’idee”. “Un mix di giovani e persone d’esperienza – ha aggiunto – convinti nel sostenere il progetto dell’amministrazione uscente che tanto ha fatto e tantissimo vuole continuare a fare. Daremo il nostro contributo per affrontare e risolvere i problemi che ancora esistono, certi di continuare ad amministrare la città”. “Anche perché – ha concluso – non possiamo lasciare Reggio nelle mani di chi, come il centrodestra ora a trazione leghista, l’ha distrutta riducendola in uno stato che è difficile persino da pensare”. Quindi, il candidato sindaco Giuseppe Falcomatà ha ascoltato uno per uno i candidati di Primavera democratica riconoscendo quello che “abbiamo sempre detto” . “Ossia – ha spiegato – che nelle nostre liste civiche non ci sono soltanto nomi e cognomi, ma storie di uomini e donne che, più d’ogni altra cosa, ci tengono uniti”. “Storie belle – ha detto Falcomatà – che meritano di essere raccontate e che, adesso, si traducono in un impegno in prima persona per continuare la nostra rivoluzione gentile”.
“La partita – ha chiuso Falcomatà – è fra chi, come voi, ha deciso di vivere a Reggio nonostante le difficoltà e, di fronte ai problemi, si arrovella il fegato impegnandosi per risolverli e chi, invece, sta qui a tempo determinato, in affitto in un B&B o in un appartamento fino al prossimo 22 settembre continuando a mantenere i propri interessi fuori città e fuori regione”.