fbpx

La Serie B che verrà, la tradizione del Sud che non c’è più: la Reggina avrà poche “sorelle”

reggina serie b squadre sud

Il Sud rischia di essere rappresentato da pochissime squadre nel prossimo campionato di Serie B: una tradizione che scompare e può mettere in difficoltà la Reggina

La travagliata annata calcistica 2019/2020 si sta avviando alla conclusione. Dopo il lungo stop a causa del Coronavirus, i club italiani sono ripartiti e stanno portando a termine il proprio cammino. Le classifiche di Serie A e Serie B vanno definendosi ogni giorno di più e questo dà la possibilità di immaginare i campionati che verranno. La Reggina, essendo già promossa e certa di partecipare al prossimo torneo cadetto, si è proiettata con la mente alla nuova stagione. In attesa dei risultati di queste ultime giornate, si può comunque osservare quali saranno le avversarie della squadra amaranto. Spal e Brescia hanno già detto arrivederci alla massima serie e stanno soltanto aspettando una tra Lecce, Genoa e Udinese. Al contrario il Benevento ha già festeggiato il ritorno in Serie A, così come è in procinto di farlo il Crotone. Torna nell’inferno della Lega Pro il Livorno, mentre Trapani e Cosenza si stanno giocando le ormai residue chance di salvezza. Dalla Serie C invece approdano in cadetteria Monza, Vicenza, Reggiana e, come detto, Reggina. Di seguito l’elenco con tutti i club che potrebbero formare la prossima Serie B:

  • Lecce
  • Genoa
  • Udinese
  • Crotone
  • Spezia
  • Pordenone
  • Frosinone
  • Cittadella
  • Salernitana
  • Pisa
  • Empoli
  • Chievo
  • Entella
  • Ascoli
  • Cremonese
  • Venezia
  • Pescara
  • Perugia
  • Juve Stabia
  • Cosenza
  • Trapani
  • Monza
  • Reggina
  • Reggio Audace
  • Vicenza

Legenda
In blu: il Crotone quasi promosso in Serie A
In rosso: le squadre in lotta retrocessione in Serie A e Serie B
In verde: le squadre promosse

Da questa lista un club seguirà in Serie A il Crotone, un club scenderà di categoria, mentre in tre saranno retrocesse in Serie C. Alla luce di queste considerazioni, risulta evidente il fatto che il prossimo anno il Sud sarà rappresentato davvero da pochissime squadre. Al momento infatti è soltanto la Reggina l’unica compagine meridionale sicura di disputare il campionato cadetto, avendo il Bari perso la finale play off di Lega Pro contro la Reggio Audace. Probabilmente una certezza lo è anche la Salernitana, ma essendo mischiata nel discorso spareggi promozione nulla può essere dato per certo. Stesso discorso vale per il Lecce, in piena zona retrocessione e impantanato nelle pericolose sabbie mobili, ancora però non matematicamente condannato. Col punto interrogativo invece la Juve Stabia, che al momento occupa il quartultimo posto in Serie B e potrebbe giocarsi le possibilità di permanenza in categoria tramite i play out. Un elenco di squadre a cui si potrebbero aggiungere Frosinone e Pescara, squadre del Centro-Sud della penisola italiana.

Una situazione che risulta essere una novità, rispetto alla classica tradizione di una Serie B spesso composta da numerose società del Sud. Nelle storiche edizioni i caldi tifosi siciliani, calabresi, pugliesi e campani hanno dato spettacolo nei loro stadi e reso maggiormente competitiva la categoria. Per la Reggina è facile aspettarsi dunque un vero e proprio tour de force in giro per l’Italia con la quasi totalità delle trasferte da dover affrontare al Centro e al Nord. Inoltre, per quanto possano considerarsi “sorelle” di Reggio Calabria, le città di Salerno, Castellammare di Stabia e Lecce distano oltre 400km, quindi non poi così vicine (in termini di spazio) all’area dello Stretto. E’ tutto ciò uno scenario sicuramente particolare, non solo per la Reggina, ma in generale per tutta la categoria che è per tradizione abituata al calcio di provincia e al calore del popolo meridionale. Quasi senza dubbio mancherà una squadra siciliana, visto che le più storiche Palermo, Catania e Messina sono assenti, ed è già questa una clamorosa notizia. Una Serie B abbastanza diversa rispetto a quella che di solito il calcio italiano è abituato ad ammirare e a cui la Reggina si appresta ad esserne protagonista.