fbpx

Rifiuti: Gdf Catania sequestra discarica e fabbricati per 1,5 milioni euro

Palermo, 29 lug. (Adnkronos) – Su delega di questa Procura della Repubblica, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale etneo in relazione al dissesto ed al successivo fallimento della ‘Ecosider S.r.l.”, avente sede in Catania ed esercente l’attività di ‘gestione di discarica rifiuti inerti e di intermediazione di rifiuti senza detenzione”. In particolare, è stato disposto il sequestro preventivo di un complesso aziendale (costituito da una discarica ubicata nel comune etneo di Belpasso, da 3 fabbricati, nonché mezzi, attrezzature e mobilio vario) e disponibilità finanziarie nei confronti di Francesco Failla, amministratore pro-tempore della società fallita, per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro.
Le indagini investigative, condotte dalla Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza presso la Procura e dalla Compagnia di Catania, sotto la direzione del gruppo di Magistrati specializzati nei reati fallimentari e tributari, hanno “consentito di tracciare le condotte criminose poste in essere dal management della Ecosdier S.r.l. che, nel marzo 2019, ovvero qualche mese prima della dichiarazione di dissesto, trasferiva illecitamente l’intero complesso aziendale alla ‘Ecoef S.r.l.”, società appositamente neo-costituita riconducibile al medesimo contesto imprenditoriale”.
Nello specifico, nei primi mesi del 2019 la ‘Ecosider S.r.l.”, già gravata di debiti nei confronti dell’Erario per circa 3,3 milioni di Euro, cessava sostanzialmente la propria attività trasferendo, a fronte di un canone non congruo e mai corrisposto, l’intero ramo aziendale, costituito da fabbricati, mezzi e attrezzature, alla ‘Ecoef S.r.l.” la quale, oltre a mantenere il medesimo oggetto sociale nonché identica sede legale e luogo di esercizio della cedente, risulta controllata al 100% dalla stessa società fallita.