fbpx

Reggio Calabria: sul Lungomare Falcomatà la nuova istallazione di Edoardo Tresoldi, colonnato di 46 elementi di 8 metri di altezza [FOTO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Il Comune di Reggio Calabria, la Città Metropolitana e Edoardo Tresoldi annunciano Opera, la nuova installazione permanente di arte pubblica dell’artista italiano sul lungomare Falcomatà

Il Comune di Reggio Calabria, la Città Metropolitana di Reggio Calabria e Edoardo Tresoldi annunciano Opera, la nuova installazione permanente di arte pubblica dell’artista italiano sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria nel parco posto alla fine di via Giunchi, promossa e commissionata dall’amministrazione della città calabrese. Il cantiere ha avuto inizio nel mese di luglio, l’inaugurazione è prevista a settembre 2020. Opera nasce per celebrare la relazione contemplativa tra il luogo e l’essere umano attraverso il linguaggio architettonico classico e la trasparenza della Materia Assente, espressa tramite la rete metallica. Si tratta di un’architettura aperta – composta da un colonnato di 46 elementi che raggiungono gli 8 metri di altezza, posti all’interno di un parco di 2.500 mq – che offrirà un nuovo monumento attraversabile e completamente fruibile a cittadini e visitatori. L’installazione si inserisce all’interno di uno dei più ampi spazi pubblici europei e si propone come un nuovo landmark del territorio. Opera delinea una sorta di spazio immaginario, un’agorà mentale che trasporta i visitatori in una dimensione percettiva mutevole tramite giochi di altezze e profondità con il parco. Edoardo Tresoldi ha commentato: “Opera nasce per rimarcare il carattere del luogo attraverso il costruito, proponendone così un’ulteriore chiave di lettura. Ho cercato di creare un luogo della contemplazione e indagare il ruolo dell’arte pubblica oggi, che ritengo debba saper accogliere il presente.”

Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, promotore dell’iniziativa, ha dichiarato: “Identità, visione, prospettiva. L’opera di Edoardo Tresoldi sarà un simbolo per la nostra Città. Posizionata in un luogo strategico sul Lungomare sarà il segno della naturale congiunzione tra il tessuto urbano ed il mare, un richiamo alle origini della città, alla sua tradizione magnogreca, alla grandezza dell’antica Rhegion e alle prospettive di sviluppo che abbiamo immaginato e per le quali lavoriamo ogni giorno”. “Sono felice che sarà Edoardo Tresoldi a realizzare l’opera monumentale sul nostro Lungomare” – continua il Sindaco – “Tresoldi è uno dei creatori più stimati a livello internazionale. La sua opera costituisce per la nostra città una grande vetrina, rappresentando con la sua prospettiva moderna coniugata in senso classico un’ulteriore importante attrattiva, anche dal punto di vista turistico, integrandosi in un contesto di rara bellezza come il nostro Lungomare”. Opera è la seconda installazione di Tresoldi in Calabria dopo Il Collezionista di Venti a Pizzo, del 2013, e la seconda grande opera pubblica permanente in Italia dopo la Basilica di Siponto in Puglia, commissionata dal MiBACT nel 2016.

EDOARDO TRESOLDI

Edoardo Tresoldi indaga le poetiche del dialogo tra uomo e paesaggio utilizzando il linguaggio dell’architettura come strumento espressivo e chiave di lettura del luogo. L’artista italiano gioca con la trasparenza della rete metallica e con i materiali industriali per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici. Dal 2013 realizza installazioni ambientali focalizzando la sua ricerca sullo studio dei linguaggi del paesaggio. Ha presentato le sue opere all’interno di spazi pubblici, contesti archeologici, parchi artistici, festival e mostre in tutto il mondo. Nel 2016 realizza in Italia il restauro della Basilica paleocristiana di Siponto, premiata con la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2018 – Premio Speciale alla Committenza, il più prestigioso premio d’architettura italiano istituito da Triennale Milano. Nel 2018 realizza Etherea per Coachella Festival negli USA, uno degli eventi musicali più importanti e attesi al mondo.