fbpx

Reggio Calabria, l’Estate entra nel vivo e Falcomatà dimezza l’isola pedonale del Lungomare: torna aperto al traffico di Sabato!

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: la comunicazione del comune sulle modifiche al traffico veicolare del Lungomare Falcomatà

L’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria informa i cittadini che “con ordinanza sindacale n. 71/2020 è stata modificata la chiusura al traffico veicolare del Lungomare “Italo Falcomatà,” nel tratto compreso da Piazza Indipendenza fino al Monumento ai Caduti, riservandola esclusivamente nelle giornate di domenica, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, a decorrere dal prossimo 5 luglio. Le motivazioni del provvedimento e il testo integrale sono disponibili sul sito del Comune”. Falcomatà, quindi, decide di dimezzare l’isola pedonale istituita sul Lungomare due mesi fa, dopo il lockdown, limitandola alla sola Domenica e consentendo ai motori rombanti delle automobili di trasformare quello che era stato un chilometro aggiuntivo di spazi a misura d’uomo, adatti a pedoni e ciclisti, in un maxi ingorgo produttore di smog, per giunta proprio nel momento “clou” dell’estate quando ci si aspetta una maggiore affluenza nel centro storico cittadino. E’ l’ennesimo passo indietro di una città che evidentemente non riesce proprio a modernizzarsi e adeguarsi alle esigenze dei tempi.

L’isola pedonale totale sul Lungomare Falcomatà era stata sperimentata più volte con successo già tra 2005 e 2010, quindi oltre due lustri fa. Poi, nel 2015, era stata l’assessore Agata Quattrone a lanciare l’iniziativa delle domeniche “Green” in via Marina: nonostante il grande successo di quello che viene ricordato come uno dei pochissimi provvedimenti di quest’Amministrazione degni di apprezzamento, il Sindaco Falcomatà dopo pochi mesi silurò l’assessore e con lei tutte le iniziative realizzate. E in via marina tornarono motori inquinanti e parcheggi selvaggi. A cui evidenemente il primo cittadino reggino non riesce a fare a meno.