fbpx

Reggio Calabria: la Confartigianato invita gli schieramenti politici ad una riflessione sul ruolo che potrà svolgere il comparto dell’artigianato per la crescita dell’economia locale

Reggio Calabria: la Confartigianato invita gli schieramenti politici che saranno presenti al turno elettorale per il rinnovo del consiglio comunale e del sindaco, ad una riflessione sul ruolo che potrà svolgere il comparto dell’artigianato per la crescita dell’economia locale

La Confartigianato della città di Reggio Calabria, invita gli schieramenti politici che “saranno presenti al turno elettorale per il rinnovo del consiglio comunale e del sindaco , ad una riflessione sul ruolo che potrà svolgere il comparto dell’artigianato per la crescita dell’economia locale. L’artigianato è un elemento imprescindibile dello sviluppo di qualsiasi realtà territoriale. Per esercitare un ruolo positivo e trainante dell’ economia non è sufficiente , però , mettere in campo la competenza, la laboriosità, l’ingegno e tutte le altre caratteristiche che connotano l’impresa artigiana. Serve anche il contesto . La città di Reggio nel corso di questi decenni ha offerto condizioni modeste alle attività che sono nate e si sono insediate nel territorio. Non ci sono ad esempio in tutto il territorio comunale , aree dedicate e infrastrutture per l’insediamento delle attività economiche . L’assenza di piattaforme produttive anche piccole sostitutive delle vecchie aree industriali , rappresenta un primo impedimento per una crescita organica , stabile e competitiva dell’economia reggina . Probabilmente , tale assenza ha impedito all’area urbana franca individua e realizzata a suo tempo nell’area di Catona , di realizzare e utilizzare tutte le opportunità offerte da quel modello che ha consentito di sviluppare aree vaste in tutta Europa. A riprova che per lo sviluppo vero , non sono sufficiente i soli strumenti di agevolazioni ma una sinergia e una presenza reale di tutti i fattori che accompagnano i nuovi modelli di crescita. Gli artigiani chiedono programmi concreti che partono dalla realtà per modificarla . E’ ora di guardare al futuro , un futuro prossimo e non indefinito . Un futuro capace di riaccendere speranza e prospettive . Questo è un compito che attiene alla politica e alle istituzioni . La Confartigianato come in passato potrà dare un contributo di merito , per quanto riguarda il comparto , inserito in un disegno che veda la città protagonista di un rinnovato ruolo propulsivo . e il comune protagonista e promotore dello sviluppo locale”.