fbpx

Reggina, Loiacono: “Abbiamo ritrovato un Sant’Agata rinnovato, felici di riprendere. E sul futuro…”

reggina francavilla Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Il difensore e vice capitano della Reggina, Giuseppe Loiacono, è intervenuto a ‘Passione Amaranto’, sui canali ufficiali del club

E’ stato il vice capitano di un grande gruppo, uno dei pilastri dell’undici promozione, uno dei fedelissimi di Toscano, non per niente tra i più utilizzati. E, non per niente, tra i pochi dichiarati pubblicamente incedibili in ottica mercato. Il difensore della Reggina Giuseppe Loiacono è stato ospite di ‘Passione Amaranto‘ sui canali ufficiali del club. Ecco gli argomenti trattati nel corso della trasmissione.

IL RITROVO“Ad oggi la verità è che partiamo sicuramente svantaggiati, ma sono sicuro che rimettendoci in allenamento riusciremo ad arrivare al passo delle altre. Non vediamo l’ora di ripartire, dopo essere stati fermi 5 mesi già tornare ad allenarsi è una gran cosa. E’ stato bello ritrovarsi dopo tanto tempo. Rivedere il Centro Sportivo, rigenerato, ci ha fatto ritrovare la voglia. Il Il Sant’Agata è stato ristrutturato, è molto bello, accogliente, rende più passionale il tutto. Il mister? Immagino sia mancato ancora di più a lui allenarsi, rispetto a noi”.

MENEZ“L’ho conosciuto oggi, sicuramente non ha bisogno di presentazioni, avremo modo in questi giorni di vederlo anche in campo”.

IL FUTURO“Purtroppo questa lista Over è un po’ drammatica per noi all’interno dello spogliatoio, fa male sapere quando un calciatore deve andar via, ma è un problema forzato dalle regole. Un giocatore è maturo a tal punto da sapere che un’avventura in una nuova squadra può durare uno o tanti anni. Taibi mi ha dichiarato tra i pochi incedibili? Non può che farmi onore. A me richieste non ne sono arrivate, ho altri due anni di contratto e rimarrò qui. Se le richieste ci sono state, anche per i miei compagni, è normale, abbiamo vinto un campionato”.

I NUOVI ARRIVI – “In difesa tanti già da B? Chi c’è già in rosa non è da sottovalutare, ma sarà comunque un vantaggio rafforzarsi, più gente esperta c’è e meglio è. Mastour è in buone mani, non è facile quando un ragazzo gioca poco. Lui quest’anno ha avuto poco spazio ma arriverà il suo momento. Le qualità ce l’ha, in allenamento si vede. I nuovi arrivi in attacco? Avevamo già un quartetto di categoria superiore, con questi calciatori che verranno sarà sicuramente un vantaggio, ci rinforzeremo ancora di più e non può che fare bene”.

IL RITIRO“Sappiamo che fino al 31 saremo qui a Reggio, in questi giorni faremo la mattina i test e il pomeriggio gli allenamenti. Sicuramente inizieremo gradualmente, anche se ognuno a casa propria si è allenato. L’importante è riprendere bene, ma soprattutto riprendere”.

I MANCATI FESTEGGIAMENTI“Non aver potuto festeggiare la promozione è un grande rammarico che ci portiamo dietro, uno dei più grandi. Però sono certo che avremo la possibilità di farlo durante l’anno, già averli lì sugli spalti è motivo d’orgoglio. Non ci fanno mancare la loro presenza, per non parlare delle trasferte”.