fbpx

Reggina, Bianchi: il racconto dell'”umile” arrivo di Menez e le emozioni. “Ci mancava il pallone”

bianchi reggina

Il centrocampista della Reggina, Nicolò Bianchi, è intervenuto sul canale ufficiale del club per parlare di questi primi giorni di ritiro

“Vittima preferita a Ping Pong? De Francesco”. E’ così che Nicolò Bianchi sta trascorrendo il tempo in ritiro quando non si allena. ‘Massacrando’ i suoi compagni a Ping Pong. Il centrocampista amaranto è intervenuto durante ‘Buongiorno Reggina‘, sul canale ufficiale del club, per parlare di questi primi giorni di raduno in vista della nuova stagione. Queste le sue parole.

“Emozionante ritrovarci dopo cinque mesi, che è un qualcosa di anomalo in questo sport. Erano sensazioni che mancavano, soprattutto la palla. In questi primi giorni il mister e lo staff ci stanno facendo prendere confidenza con il pallone. Come abbiamo accolto Menez? Benissimo, questo gruppo ha dimostrato di saper accogliere bene chiunque, era stato così anche a gennaio coi nuovi arrivi. Poi lui si sta approcciando molto bene. Si è presentato ad uno ad uno al suo arrivo. Tanto di cappello per lui. Si prosegue al Sant’Agata anche ad agosto? Così pare, ma attendiamo notizie. Qui in ogni caso non ci manca nulla, la società non ci fa mancare nulla. C’è tutto e siamo ben felici di rimanere in quella che è casa nostra”.

“Cosa farà questa Reggina in B? Non compete a me dirlo, però i numeri insegnano che tante squadre neopromosse hanno fatto bene mantenendo l’ossatura della stagione precedente, come ad esempio il Pordenone. Giudizio finale playoff? Sono stati anomali, ma ha vinto la squadra che ha meritato di più per quanto visto, la Reggiana“.

Reggina, ufficiale: ecco il secondo acquisto, Lafferty stasera a Reggio Calabria