fbpx

Blitz del sindaco De Luca a Villa Dante: “La daremo in gestione alla Messina Social City che la renderà centro nevralgico per l’erogazione dei servizi socioassistenziali”

cateno de luca villa dante

Messina. Il sindaco Cateno De Luca e l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore hanno presentato le novità che riguarderanno Villa Dante, affidata in gestione alla Messina Social City

Questa mattina il sindaco di Messina, Cateno De Luca, si è espresso in una versione soft dei suoi consueti blitz. In questa occasione il sindaco si è presentato a Villa Dante, insieme all’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore per illustrare il nuovo piano strategico sviluppato dalla Messina Social City riguardo la Villa.

L’assessore Calafiore ha infatti proposto di affidare Villa Dante in gestione alla partecipata del Comune destinata ad elaborare le politiche sociali. Ciò con l’intento di fare sì che possa diventare un il centro nevralgico in relazione all’erogazione dei servizi di inclusione sociale, predisponendo, oltre all’attività ludico ricreative per ragazzi, anche attività per gli anziani.

Le iniziative sono diverse – dichiara l’assessore –, come abbiamo detto siamo partiti piano piano ma le iniziative sono tantissime, ad esempio abbiamo riaperto i campetti qui a Villa Dante e queste prime iniziative hanno generato grande partecipazione. Noi abbiamo a disposizione risorse che vanno spese a vantaggio delle persone, incentivando l’erogazione dei servizi sociali. Tanto persone non facevano parte dei nostri centri socio educativi e si sono iscritte di recente. Dunque la novità è che Messina Social City si stia aprendo alla comunità. Attualmente contiamo circa 300 ragazzi, la maggior parte delle attività si svolgono a Villa Dante ma altre se ne tengono anche all’esterno, come al Museo del Mare di torre fare. Organizzeremo attività a mare grazie ai lidi che hanno aderito al progetto e dei trekking sui Colli. Alle iniziative partecipano anche molti giovani portatori di handicap, sono circa 130”.

Anno dopo anno potenziamo i nostri servizi – ha dichiarato De Luca durante il suo intervento – con me non ci si può adagiare e campare di rendita. Questo atteggiamento quest’anno ha fatto sì che il Cdm di Messina Social City abbia preso Villa Dante come punto di riferimento per la ripartenza post-covid. Oggi l’innovazione rispetto all’anno scorso sta nell’intento di fare in modo che la Villa diventi il preludio per la cittadella dei diritti dell’integrazione e sociali”.