fbpx

Centinaia in piazza a Messina per chiedere il Ponte sullo Stretto, De Luca: “Sogno l’opera con sopra il mio nome” [FOTO – VIDEO INTERVISTE]

/

Messina. Flash mob sulle infrastrutture: “Sicilia esclusa da possibilità di sviluppo senza alta velocità. Indispensabile anche collegamento stabile rappresentato dal Ponte. Se Provenzano non è convinto non ha idea di cosa sia la logistica”

Si è tenuto questa mattina presso piazza Unione Europea, a Messina, il flash mob promosso dall’associazione Rete Civica per le infrastrutture, presieduta dall’avvocato Fernando Rizzo.
Obiettivo della manifestazione generare un’unione d’intenti, che possa andare al di là dei colori politici, finalizzata all’attrarre fondi da destinare alle infrastrutture del Sud. Alta velocità / capacità e Ponte in testa.

I sostenitori dell’iniziativa, inoltre, vedono nelle somme su cui potrebbe far conto l’Italia grazie al Recovery Fund un elemento particolarmente favorevole per la riuscita del progetto, sebbene il dibattito sul tema nelle sedi europee non abbia ancora portato a dei punti fermi.

Significativa la partecipazione di esponenti politici dell’area di centro destra. Al flash mob hanno infatti preso parte l’assessore siciliano alle infrastrutture e Commissario provinciale di Forza Italia per Catania, Marco Falcone, la deputata messinese alla camera Matilde Siracusano (FI) e l’onorevole Elvira Amata (FdI).
Alla manifestazione ha preso parte anche il sindaco Cateno de Luca che, come tutti i politici presenti, ha indossato la maglietta realizzata appositamente per l’evento con una scritta che recita: “Cittadini non sudditi. Alta velocità; porti; alta capacità; Ponte”.

Sicilia e Calabria sono le ultime due regioni in Europa per numero di occupati. Noi siamo quelli che devono essere maggiormente beneficiati dai soldi che arrivano dall’Europa – dichiara Fernando Rizzo, presidente di Rete Civica per le infrastrutture –. La precondizione per lo sviluppo del territorio è sempre la presenza di infrastrutture, senza alta capacità e alta velocita, che si fermano a Salerno, Sicilia, Calabria e Basilicata sono completamente escluse”.
Riguardo alla dichiarazione di rilasciata ieri dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano il quale si è dichiarato disponibile a valutare l’ipotesi della realizzazione del Ponte, pur rimanendo dell’idea che non sia necessario per realizzare l’alta velocità in Sicilia Rizzo ha commentato: “Provenzano dimostra di non avere idea di cosa sia la logistica. Non esiste che un’isola che è la più vicina al canale di Suez, dove entrano 70 milioni di container, possa svilupparsi se non c’è un collegamento stabile”.

Intervista a Fernando Rizzo presidente Rete Civica per le Infrastrutture [VIDEO INTERVISTA]

Ci fa piacere che alcune forze politiche che storicamente si sono manifestate contrarie al Ponte oggi abbiano aperto le loro menti e i loro cuori a quest’opera – ha dichiarato il sindaco De Luca –. Mi auguro che sia la volta buona, noi abbiamo diritto di avere la stessa qualità dei trasporti del resto d’Italia, ma la Sicilia ha il diritto di diventare quella piattaforma nella logistica euromediterranea che grazie a questa posizione geografica le tocca, non solo per gli sbarchi indiscriminati ma per quella che invece potrebbe rappresentare una nuova leva per lo sviluppo di tutta Italia. Sono con voi, lo sono sempre stato. Nel mio programma di governo della città di Messina c’è scritto: sogno il Ponte sullo Stretto con scritto De Luca”.

Cateno De Luca al flash mob sul Ponte sullo Stretto [VIDEO]

Al termine dell’evento una delegazione dei manifestanti si è recata dal Prefetto Librizzi al quale è stata sottoposta una lettera recante le istanze dei sostenitori dell’iniziativa. Il Prefetto, stando a quanto dichiarato da Fernando Rizzo a seguito dell’incontro, una volta ricevuta la documentazione, si è infine impegnato a trasmetterla in giornata sia alla Presidenza del Consiglio che alla Presidenza della Repubblica.