fbpx

Liguria: Grillo sente Di Maio e Crimi, ‘superate perplessità, avanti con Sansa’

Roma, 17 lug. (Adnkronos) – Qualche dubbio, più d’uno a dirla tutta, Beppe Grillo lo aveva espresso nei giorni scorsi, timoroso che il nome di Ferruccio Sansa non fosse abbastanza forte per sfidare il governatore uscente, Giovanni Toti. A fine giugno, quando la candidatura del giornalista del Fatto quotidiano aveva preso quota, Grillo aveva sentito alcuni membri del governo, compreso Luigi Di Maio, non nascondendo perplessità. Anzi, “sparandole alla Beppe”, raccontano all’Adnkronos i beninformati.
Ma questa mattina, quando il retroscena di Repubblica sullo stop di Di Maio e Grillo alla corsa di Sansa ha terremotato il Movimento, a quanto apprende l’Adnkronos il garante ha sentito telefonicamente sia Vito Crimi, capo politico del M5S, che lo stesso Di Maio. Confermando l’appoggio a Sansa, specchio della coalizione di governo, come è noto sostenuta da Grillo a spada tratta.
Avanti con Sansa, “il meno peggio”, avrebbe ironizzato Grillo al telefono, che di Sansa conosce molto bene il padre, ex sindaco di Genova. Sul candidato di coalizione resterebbero invece intatte le perplessità di Di Maio, che non avrebbe mandato giù le critiche espresse in passato dal cronista, a partire da un Movimento descritto come una dittatura. Chi gli è vicino garantisce che Di Maio comunque, nel rispetto del Movimento, non si opporrà all’indicazione di Sansa. (di Ileana Sciarra)