fbpx

Klaus Davi: “la Sacal ha ucciso l’Aeroporto di Reggio, se sarò sindaco il Comune uscirà dalla società. Basta giochini, con noi si cambia”

foto klaus davi Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

De Metrio nuovo presidente Sacal, Klaus Davi: “c’è veramente poco da gioire…. dico con il massimo rispetto a Giuseppe Falcomatà ma anche a Francesco Cannizzaro e Tilde Minasi, ci sarebbe da piangere e non da brindare”

Nella giornata di ieri la Regione Calabria ha indicato Giulio De Metrio come nuovo presidente della Sacal, la società che gestisce gli aeroporti di Crotone, Lamezia Terme e Reggio Calabria. Avvocato, laureato in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma, in passato anche Chief operating officer di Sea (società che gestisce l’aeroporto internazionale di Malpensa), è sicuramente un dirigente con una carriera di tutto rispetto. Di questa scelta però non sembra esserne così entusiasta Klaus Davi, che in un comunicato stampa afferma: “Non capisco tutto questo entusiasmo per il nuovo manager Sacal. Tra l’altro mi dicono che il nuovo Ceo guadagnerebbe la ragguardevole somma di 250 mila euro annui. Non proprio bruscolini…. se penso che noi consiglieri comunali di San Luca ce la caviamo con 20 euro a seduta…. Ma al di la della persona di Giulio De Metrio, il cui curriculum è oggettivamente impeccabile, ricordo che la Sacal è stata la ‘killer’ dell’aeroporto Titto Minniti. La ‘killer’, mentre i mandanti sono tutti nella politica. Vedo che molti politici reggini brindano con i killers del loro stesso aeroporto”.

“C’è veramente poco da gioire…. dico con il massimo rispetto a Giuseppe Falcomatà ma anche a Francesco Cannizzaro e Tilde Minasi, ci sarebbe da piangere non da brindare. Dico che se sarò sindaco noi usciremo da Sacal perché se Reggio è ridotta ai minimi termini lo dobbiamo alla politica di Sacal. Basta coi giochini, con noi si cambia”. Lo ha dichiarato Klaus Davi giornalista e consigliere comunale di San Luca.