fbpx

Fisco: Mulè (Fi), ‘governo ascolti non marci come caterpillar su italiani’

Roma, 19 lug. (Adnkronos) – “Ci sono da un lato i commercialisti che minacciano lo sciopero se non verrà rinviato il pagamento di 141 scadenze fiscali concentrate a fine mese. Hanno ragione. Dall’altro lato c’è il governo che tira dritto sul Tax day a carico di liberi professionisti e piccole imprese. C’è da rimanere sconvolti di fronte a tanta approssimazione”. Lo afferma, in una nota, Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.
“La soluzione c’è e può essere applicata – prosegue l’azzurro – una rateizzazione per i saldi relativi ai redditi 2019 guadagnati pre-Covid e dal prossimo anno, come in tutti i paesi civili, un pagamento a consuntivo dell’anno precedente che tenga conto del periodo dell’emergenza. è una follia tutta italiana quella di chiedere le tasse in anticipo come acconto (sfido chiunque a considerare il 93 per cento un ‘acconto”!), che diventa una mannaia per imprese e partite Iva che non hanno guadagnato un euro nel periodo di lockdown. Il governo ascolti il Paese reale invece di marciare come un caterpillar sugli italiani”.