fbpx

Fase 3: in Lombardia imprese attive -0,6%, crollano nuove iscrizioni

Milano, 22 lug. (Adnkronos) – Scende il numero di imprese attive in Lombardia nel secondo trimestre: sono lo 0,6% in meno dello scorso anno. Nella regione dove sono più forti gli effetti del covid, la diminuzione è più rilevante rispetto alla media nazionale (-0,2%), secondo i dati di Unioncamere.
Le nuove iscrizioni in Lombardia nel corso del secondo trimestre sono state 8.346, con una variazione del -43,9% su base annua. Anche le cessazioni (9.880 movimenti) mostrano un calo rilevante anche se di entità inferiore (-14,7%), determinando un saldo negativo per 1.534 posizioni in un trimestre che invece è solitamente caratterizzato da un segno positivo. Il risultato è anche frutto dell’intensa attività di pulizia degli archivi amministrativi da parte delle Camere di Commercio, che hanno proceduto ad eliminare numerose posizioni non più operative.
I dati mensili sull’andamento delle iscrizioni mostrano il calo più intenso nel mese di aprile (-74,6%) dopo il -41,1% di marzo e una variazione pesantemente negativa a maggio (-42,6%), nonostante la parziale ripresa delle attività economiche. A giugno il livello delle iscrizioni si è invece riavvicinato a quello dell’anno passato (-8%). Il saldo negativo evidenziato nel trimestre porta il numero di imprese lombarde registrate a quota 948.461, con un calo del -1,2% su base annua. Le imprese che risultano oggi attive sono invece 811.224 con un decremento meno intenso (-0,6%). Si tratta comunque di un netto peggioramento rispetto alla tendenza già negativa che aveva caratterizzato il 2019, dopo quattro anni di debole espansione.