fbpx

Coronavirus: Ceccanti (Pd), ‘su proroga in Parlamento forma è sostanza’

Roma, 12 lug. (Adnkronos) – “Qual è il punto politico-istituzionale nella logica di una democrazia parlamentare? Martedì è già previsto un intervento del ministro Speranza per illustrare le misure che devono valere fino al 31 luglio. Nel momento in cui il presidente del Consiglio annuncia già che intende prorogare oltre tale data lo stato di emergenza, la discussione e la decisione devono rifluire prima possibile in Parlamento rispettando modi e tempi e garantendo a tutti di poter illustrare le proprie ragioni: favorevoli, contrarie, condizionate ad alcuni requisiti”. Lo afferma in una nota Stefano Ceccanti, deputato del PD.
“Il ministro Speranza può e deve fare il suo dovere spiegando, come già previsto, cosa accade fino al 31 luglio e certo la Presidente del Senato non può pretendere di decidere da sola cosa si vota nell’Aula cambiando (o, forse, fraintendendo) l’ordine del giorno dicendo che in quella data si vota sull’emergenza post 31 luglio quando ciò non è stato previsto. Però già martedì – puntualizza l’esponente dem – qualche prima spiegazione può e deve essere data sull’orientamento successivo del Governo e deve essere chiaro quando il Presidente del Consiglio verrà a dare spiegazioni e a ricevere indirizzi del Parlamento sul post del 31 luglio. La forma è sostanza”.