fbpx

Aspi: Bernini, ‘nazionalizzare strada con troppe incognite’

Roma, 12 lug. (Adnkronos) – ‘Se il governo intende davvero nazionalizzare le concessioni autostradali accettando il diktat dei Cinque Stelle, deve prima spiegare molte cose: ha rafforzato le strutture dell’Anas, che tra l’altro si è detta ‘non interessata’? Sappiamo che le autostrade in concessione ai privati costituiscono un’eccezione alla regola nella gestione delle infrastrutture stradali”. Lo scrive in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.
“La manutenzione di strade statali e locali è stata forse migliore in questi anni di quella dei tratti autostradali? – chiede ancora l’azzurra – E c’è un’altra questione: i settemila dipendenti diretti sono tutelati dalla clausola di tutela sociale, ma che fine faranno i dipendenti delle aziende collegate, che sono quasi altrettanti? E infine: con la revoca della concessione ad Aspi, chi finanzierà il completamento della Gronda? La spunteranno anche qui i Cinque Stelle che non la vogliono? E quali ricadute occupazionali ci sarebbero?”.