fbpx

Reggio Calabria, Eroi chiarisce a StrettoWeb: “non ho alcuna intenzione di fare il capo di gabinetto di Minicuci, ipotesi infondata”

 Antonio Eroi chiarisce a StrettoWeb che non ha alcuna intenzione di fare il capo di gabinetto di Minicuci, in una eventuale prospettiva di una candidatura e seguente ipotetico successo elettorale al Comune di Reggio Calabria

Rispetto alla notizia pubblicata oggi pomeriggio, “Antonino Minicuci e Antonio Eroi, da Genova con furore: così Salvini vuole governare Reggio Calabria”, Antonio Eroi chiarisce a StrettoWeb che non ha alcuna intenzione di fare il capo di gabinetto di Minicuci, in una eventuale prospettiva di una candidatura e seguente ipotetico successo elettorale al Comune di Reggio Calabria. Eroi, che telefonicamente ci ha spiegato come il 20 e 21 settembre sarà a Genova dove voterà per le elezioni regionali e che quindi non ha alcuna intenzione di candidarsi a Reggio, non essendo neanche un elettore in questa città, ha precisato che non è vicino alla Lega e a Salvini. In una seguente lettera, ha evidenziato la sua posizione.

La riportiamo integralmente:

“Gent.mo Dr. Caridi scrivo perché chiamato in causa dal suo giornale on-line, che in maniera poco corretta e non veritiera costruisce addirittura il titolo del suo non proprio “elegante articolo”. Le comunico in anteprima che l’ipotesi a cui lei fa riferimento con tanta enfasi è lontana da ogni possibile realtà e sono certo che non sia stato nelle sue intenzioni,  con questa suo scritto, sul mio voler divenire “capo gabinetto ”, di sminuire  la figura del Dr. Minicuci agli occhi dei suoi lettori e della cittadinanza intera indicandolo come non idoneo alla possibile candidatura a sindaco della città. Ma purtroppo è quello che è avvenuto. Inoltre credo che, certamente scritta in buona fede, la sua nota non fa che rafforzare le pressioni malsane, da parte della solita  lobby di potere e di interessi talvolta oscuri , che vogliono tenere ancora una volta sotto scacco la nostra comunità di cittadini onesti. Utilizzare la mia persona e la mia storia, millantando ipotesi inesistenti, mi creda, non è stata un idea felice anche se, mi rendo conto, è utile a diffondere anche nei palazzi romani  l’idea di modificare i desiderata di colui il quale è preposto alla scelta finale del candidato. Sono sicuro che,  con l’onesta e la professionalità che la contraddistingue,  lei vorrà pubblicare la mia nota di rettifica e chiarimento sull’argomento in questione e le invio i miei più cordiali saluti. Dott. Antonio Eroi.

Rispetto alle parole di Eroi, giova sottolineare che in alcun modo negli articoli di StrettoWeb si è indicata la idoneità o meno di uno o altro candidato. Ci “limitiamo” a raccontare i fatti e le notizie che riguardano la situazione politica della città in modo assolutamente libero e incondizionato, e prendiamo atto della precisazione relativa all’infondatezza dell’ipotesi del futuro ruolo di Eroi in un’eventuale amministrazione Minicuci. Anche questa è una notizia”.