Arrivare in aeroporto: istruzioni per un viaggio più sereno

Arrivare in aeroporto e prendere un aereo genera sempre un po’ di stress: istruzioni per un viaggio più sereno

In ogni caso, una cosa è certa: arrivare in aeroporto e prendere un aereo genera sempre un po’ di stress. D’altronde, si tratta di organizzare i bagagli, far coincidere i tempi, arrivare nella struttura di partenza, preoccuparsi di lasciare il proprio mezzo in un luogo sicuro, districarsi tra segni e codici che non tutti sanno interpretare correttamente e… spiccare il volo. Ma come far sì che il proprio viaggio sia più sicuro e, soprattutto, più sereno e privo di patemi d’animo? Di seguito abbiamo riassunto 5 piccoli step per un rapporto più piacevole con l’aeroporto!

Preparare i bagagli

È bene rammentare che esistono alcune norme di sicurezza che vietano di portare a bordo dell’aereo alcuni oggetti. Niente di particolarmente grave, ma è sempre bene consultare prima le regole sul bagaglio da stiva e sul bagaglio a meno, che possono essere trovate non solamente sui siti internet della compagnia aerea con la quale si intende volare, quanto anche sul sito internet dell’aeroporto di partenza e di destinazione. È inoltre opportuno non dimenticare a casa un documento di identità valido, il passaporto (per i voli al di fuori dell’Unione Europea), il visto di ingresso nel Paese di destinazione (se richiesto) e il biglietto aereo.

Prendersi i giusti tempi

Una delle domande più frequenti  dei neoviaggiatori è: quanto tempo prima devo recarmi in aeroporto? Purtroppo, la risposta è: dipende. Dipende dalla grandezza della struttura, dal periodo di partenza, dal fatto che si possa o meno fare il check-in online, dal mezzo utilizzato, e così via. Un buon modo per risparmiare tempo, soldi e preoccupazioni è ad esempio quello di usare il servizio di TravelCar, disponibile per tutti gli aeroporti nazionali tra cui gli scali di Reggio Calabria, Palermo e soprattutto per l’aeroporto di Catania. TravelCar è il leader mondiale nel servizio di prenotazioni di parcheggi aeroportuali, e il suo utilizzo permette di evitare tutte le perdite di minuti preziosi e di energie legate alla necessità di cercare un posto per il proprio mezzo. Una bella comodità, no?

Andare nel giusto posto

Una volta entrati all’aeroporto, bisognerebbe prendere in mano il biglietto aereo: è qui che possiamo leggere in quale terminal delle partenze recarsi. Si può dunque fare il check-in per la compagnia aerea con la quale si vola e per il volo prenotato, consegnando biglietto, documenti e bagaglio da stiva. Terminata questa fase ci verrà consegnata una carta di imbarco che includerà l’orario di imbarco e il posto assegnato. Rechiamoci dunque ai controlli di sicurezza presso l’area dei gate.

Prepararsi al controllo per la sicurezza

Gli addetti ai controlli per la sicurezza ci domanderanno di mettere nelle apposite vaschette, che passeranno nel rullo trasportatore, tutti gli oggetti che potrebbero essere intercettati come metallici, oltre al bagaglio a mano. Si  dovrà dunque passare sotto il metal detector per gli eventuali ulteriori controlli. Quindi, si potrà comodamente attendere l’orario dell’imbarco nelle prossimità del proprio gate, e mettersi in fila per entrare in aereo nel momento in cui si apriranno le procedure per il proprio volo.