fbpx

Vaticano: Gianluigi Torzi, il molisano di Londra/Scheda (2)

(Adnkronos) – Il finanziere molisano, come riporta il sito specializzato britannico Law360, è stato citato in giudizio il 12 aprile 2019 per frode commerciale davanti all’Alta Corte di Giustizia dell’Inghilterra e del Galles dalla compagnia assicurativa romana Net Insurance, che ha un parterre di azionisti di rilievo (tra gli altri Ibl Banca, Unicredit e la Algebris di Davide Serra).
La controversia riguarderebbe un ammanco di Btp scoperto dall’attuale amministratore delegato, Andrea Battista, titoli che la precedente gestione di Net Insurance aveva messo a disposizione in occasione dell’emissione di obbligazioni, curata proprio da Torzi. Nell’ambito della controversia i conti del finanziere molisano, ha riferito il Sole 24 Ore il 22 maggio scorso, sono stati congelati.
E’ probabile che elementi a sostegno delle accuse nei confronti di Torzi siano arrivati anche dalla Svizzera. L’inchiesta avrebbe subito un’accelerazione dopo che l’Ufficio Federale di Giustizia della Confederazione ha inviato alla Santa Sede, con una nota diplomatica del 30 aprile scorso, una “prima parte” dei documenti richiesti dal Vaticano, che si è rivolto a Berna per avere assistenza, come riportato dalla Neue Zuercher Zeitung e dall’Adnkronos.