fbpx

Serie C, Lucarelli: “ai playoff anche Reggina, Monza e Vicenza”

lucarelli catania reggina

Catania, Lucarelli sulla Serie C: “si deve giocare con tutte le promozioni in ballo. Sarebbe potuto succedere qualsiasi cosa, forse solo a Monza e Reggina no”

“Per la Serie C, visto che accontentare tutti è impossibile, bisogna provare a fare l’impresa di scontentare meno persone possibili, ma serve buonafede di tutti”. E’ questo il pensiero di Cristiano Lucarelli, intervistato dai colleghi di TmW. L’allenatore del Catania ha analizzato la situazione in Lega Pro e affrontato l’argomento playoff. Ecco le sue dichiarazioni: “qualcuno sembra volersene approfittare. Mancano troppe partite per finire, può succedere di tutto. Secondo me dovremmo fare dei playoff per quattro promozioni, non una sola. Coinvolgerei anche le prime, pur lasciandogli degli evidenti vantaggi del caso. Ma si deve giocare con tutte le promozioni in ballo: sarebbe potuto succedere qualsiasi cosa, forse solo a Monza e Reggina no. Figuriamoci che Di Carlo (allenatore del Vicenza, ndr) è mio testimone di nozze, ma con tutti quei punti in ballo sarebbe potuto accadere tutto. Lo stesso discorso lo farei valere per i playout, stabilendo una forbice per la quale si sale o si scende direttamente, altrimenti te la giochi”.

Ritorno in campo. “Oggi qualche possibilità in più c’è: spetta tutto all’amor proprio e la professionalità del giocatore, quanto ci tiene a mantenersi. Solitamente i calciatori stanno fermi tutto questo tempo solo se hanno infortuni gravi. Sapete quanto ci vuole a mettersi a posto fisicamente dopo solo un mese, figuriamoci dopo tre”.

Riforma nel calcio. “Il semi-professionismo aiuterebbe tanto a risparmiare. Io credo si debba arrivare ad avere 60 squadre professionistiche, poi se fossero due gironi di B o una C élite, sarebbe comunque un aiuto: non dimentichiamoci delle piazze che ci sono in terza serie. Ci sarebbero introiti maggiori rispetto ad oggi”.