fbpx

Reggio Calabria, Tribunale collegiale concede i domiciliari a imputato arrestato 2 anni fa con accuse gravissime [DETTAGLI]

Reggio Calabria, 61enne marocchino dal carcere ai domiciliari: la decisione del Tribunale collegiale

Il Tribunale collegiale di Reggio Calabria (Fabio Lauria Presidente, Stefania Ciervo e Maria Rosa Barbieri a latere) ha concesso gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico ad Abderrazak Azzazi, 61enne marocchino residente a Reggio Calabria, arrestato il 6 Febbraio 2018 con l’accusa di estorsione, lesioni personali e illecita concorrenza commerciale, tutti reati aggravati dal metodo mafioso. I giudici hanno accolto le richieste degli avvocati difensori dell’imputato, Mariateresa e Demetrio Pratticò, che hanno basato la loro richiesta sul decorso del tempo, congiuntamente all’imminente dell’istruttoria dibattimentale ed all’acquisizione delle spontanee dichiarazioni rese dinnanzi al tribunale, nonchè all’acquisizione del verbale di interrogatorio illo tempore reso dinnanzi al gip. Una serie di elementi che hanno cambiato il quadro cautelare, considerando proporzionata ed adeguata una misura meno afflittiva. L’istanza degli avvocati è stata pienamente accolta dai giudici, in vista della conclusione del processo sempre più vicina.