fbpx

Reggio Calabria, scarcerati due giovani rumeni accusati di una rapina commessa a piazza Sant’Agostino: accolte le richieste degli avvocati [NOMI e DETTAGLI]

Reggio Calabria, i due giovani erano stati arrestati in quanto gravemente indiziati del reato di rapina aggravata ai danni di un cittadino marocchino

Ieri, 22 giugno 2020, presso il carcere di Arghillà – GIP Dott.ssa Arianna Raffa – si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto di due cittadini di nazionalità rumena, Rostas Sorin classe ’94  difeso dall’Avv. Giuseppe Gentile e Toader Florin classe ’90 difeso dall’Avv. Mariella Vizzari.

I due giovani erano stati arrestati in quanto gravemente indiziati del reato di rapina aggravata ai danni di un cittadino marocchino, E.H.,  presumibilmente commesso lo scorso  19 giugno in pieno centro a Reggio Calabria precisamente a piazza Sant’Agostino. Venivano contestati anche i gravi reati di  resistenza a pubblico ufficiale nonché lesioni commessi nei confronti sia della presunta persona offesa nonché degli agenti intervenuti.

I due indagati, hanno deciso di rispondere alle domande per chiarire la propria posizione. Successivamente i legali chiedevano la scarcerazione e l’applicazione eventualmente di una misura meno afflittiva. L’Avv. Giuseppe Gentile chiedeva l’analisi immediata dei filmati per dimostrare la totale estraneità ai fatti del proprio assistito.

Il Giudice, in ordine al reato di rapina aggravata, grazie all’aiuto delle telecamere presenti sul luogo, ha stabilito che non si ritiene raggiunto un quadro di gravità indiziaria in relazione ai reati di rapina aggravata e di lesioni nei confronti della presunta persona offesa. Dunque, accogliendo anche le argomentazioni difensive, il GIP disponeva l’immediata scarcerazione degli stessi applicando solo l’obbligo di presentazione alla PG, in ordine ai reati di resistenza art. 337 cp  e lesioni nei confronti degli operanti.

Reggio Calabria, rapina a piazza Sant’Agostino: è caccia al complice dei due rumeni arrestati e poi scarcerati [DETTAGLI]