fbpx

Reggio Calabria, l’assessore Muraca coinvolto nella vicenda AVR. La nota di Reggio Civica: “il Movimento è sbigottito e esterrefatto”

falcomatà muraca

Reggio Calabria, il comunicato ufficiale del Movimento relativo alla questione che ha visto coinvolto l’assessore Giovanni Muraca nella vicenda AVR

“Nell’apprendere che l’Assessore Giovanni Muraca è stato coinvolto in un’indagine giudiziaria per: “minacce e abuso d’ufficio perpetrati al fine di prorogare il subappalto relativo al ritiro dei rifiuti ingombranti a domicilio in favore della Cooperativa Sociale Rom 1995 o, in alternativa, a riassorbirne almeno parte il personale mediante assunzione all’interno dalla società Avr Spa”, il Movimento Politico “Reggio Civica” resta sbigottito e esterrefatto”. E’ quanto si apprende dal comunicato ufficiale del Movimento relativo alla questione che ha visto coinvolto l’assessore Giovanni Muraca nella vicenda AVR a Reggio Calabria. Di seguito la continuazione della nota:

“La vicenda in oggetto, infatti, è da tutti ben conosciuta. Difatti la “Rom” nel 1995 nasce come cooperativa sociale. Una scommessa impossibile (per molti), che solo menti aperte e lungimiranti hanno potuto concepire. 

E’ stato un progetto che tutta la nostra comunità cittadina e tutte le Associazioni del terzo settore, hanno seguito con particolare attenzione; sopratutto per quello che essa ha rappresentato come esperimento sociale a tutela di soggetti socialmente deboli ed emarginati”. 

L’intero mondo del terzo settore ha invocato l’intervento dell’amministrazione comunale e dell’assessore Muraca, in particolare, per far si che non si dissolvesse un esperienza (quella della Rom 95) dal valore sociale rilevantissimo. 

L’intervento dell’Assessore Muraca, come tutti noi abbiamo avuto modo di osservare, è stato sempre pubblico e limpido. Sono state utilizzate, peraltro , tutte le forme di comunicazioni possibili: Conferenze stampa , Comunicati stampa e attività pubbliche sui Social Media. 

Abbiamo, fortemente, apprezzato che l’assessore Muraca abbia eseguito quello che, probabilmente, non molti politici avrebbero fatto; mettersi pubblicamente dalla parte degli ultimi senza se e senza ma. 

Se questa tipologia di intervento non rientra tra i compiti della “buona politica” ci domandiamo quali possano essere le attività che per il loro alto valore etico rientrino tre i mansioni del personale politico/istituzionale. 

Il suo impegno in questa vicenda è stato pubblicamente e chiaramente a tutela di un esperimento sociale a tutela degli ultimi, che(tutt’ora) ha pochi esempi in Italia, e meriterebbe piuttosto un encomio e non certamente questa gogna mediatica. 

Reggio Civica è accanto all’assessore Muraca e ha la certezza che velocemente e senza esitazioni , nelle sedi opportune, si arrivi al chiarimento definitivo di questo incredibile episodio”. 

Il Coordinamento Politico di “Reggio Civica”