fbpx

Reggio Calabria, dato alle fiamme nella notte un autolavaggio a Locri [FOTO]

/

Reggio Calabria: vile e doloso gesto ai danni di un imprenditore di Locri

“Purtroppo ancora circola per Locri qualche stupido idiota. Esprimiamo ferma condanna per il vile e doloso gesto perpetrato ai danni di Sergio Filippone, giovane imprenditore cittadino, che stamattina, avvisato dai Carabinieri, ha trovato il suo autolavaggio praticamente distrutto da un incendio quasi sicuramente di origine dolosa. Eravamo convinti che criminali e deficienti, categorie alle quali appartengono i soggetti che si sono resi protagonisti di quest’ultimo e di tanti altri tristi episodi, si fossero rassegnati dopo il lavoro e i provvedimenti attuati dalle competenti Autorità in questi anni. Evidentemente non è così. Prendiamo atto, che se confermata l’origine dolosa dell’incendio, sarà evidentemente necessario non abbassare la guardia al fine di continuare l’importante percorso di legalità finalizzato a debellare il potere criminale che tanto male ha fatto alla nostra città di Locri. Anche per quest’ultimo inaspettato e volgare gesto criminale siamo certi che presto verranno individuati e assicurati alla giustizia esecutori e mandanti. L’Amministrazione comunale esprime ferma condanna per il vile atto ed esprime solidarietà al giovane imprenditore Sergio”. E’ questo il post pubblicato su Facebook dal sindaco di Locri Giovanni Calabrese.

Il Consigliere regionale Raffaele Sainato esprime la propria solidarietà agli operatori economici della Locride danneggiati la scorsa notte

Il Consigliere Regionale Raffaele Sainato esprime la sua profonda solidarietà verso i cittadini della Locride danneggiati nelle ultime ore da una serie di attentati di dubbia origine che ne hanno offeso le strutture produttive. Il primo gesto è stato perpetrato alle prime luci dell’alba ai danni di un giovane imprenditore locrese che ha visto andare irrimediabilmente distrutto dalle fiamme il proprio auto lavaggio da poco realizzato. Un caso di sicura origine dolosa ma su cui ancora sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine. Qualche ora prima lo stesso era accaduto a Siderno dove nella serata di ieri un altro incendio di dubbia origine distruggeva un container posto sul lungomare appartenete ad uno stabilimento balneare.  “Due atti di estrema gravità che, se ne fosse confermata l’origine dolosa, – specifica Sainato- danneggerebbero l’immagine del territorio e il tessuto produttivo locale, contro cui non si deve assolutamente abbassare la guardia da parte delle autorità locali e delle forze dell’ordine. Si deve infatti rafforzare il percorso a favore dell’agire legale in atto a livello territoriale. Azione ora più che mai fondamentale nella Locride per accompagnare il territorio nella fase di ripresa della sua debole economia, così duramente provata dalla lunga fase del lockdown collegato alla pandemia da Corona virus. Come rappresentante del luogo – conclude il Consigliere Regionale di Fratelli di Italia – esprimo tuttala mia vicinanza di cittadino e politico a coloro che sono stati colpiti dagli atti occorsi nelle ultime ore, così come la estendo a tutti gli operatori che onestamente si battono per una ripresa economica e civile dell’area locridea”.