fbpx

Reggio Calabria, 30enne arrestato per furto d’auto si avvale della facoltà di non rispondere [DETTAGLI]

Reggio Calabria, non ha risposto alle domande del giudice il giovane arrestato per furto d’auto

Si è tenuto ieri presso il Tribunale di Reggio Calabria l’interrogatorio di garanzia nei confronti di un giovane di 30 anni, originario di catanzaro ma residente da tempo nella città dello Stretto dove convive con la compagna da cui ha avuto tre figli. Il 30enne, una sera d’inizio Febbraio, è stato avvistato dai Carabinieri a bordo di un’autovettura nei pressi del Rione Marconi. Insospettiti dall’andatura molto lenta dell’automobilista, i militari hanno iniziato a seguirlo ma quando il giovane si è accorto di averli addosso, ha abbandonato il mezzo e si è dato alla fuga dileguandosi di corsa tra i vicoli della zona Sud della città. I Carabinieri non sono riusciti a trovarlo, ma nell’abitacolo hanno recuperato due cacciavite e notato come il blocco dell’accensione fosse forzato. Attraverso la targa, sono risaliti al furto dell’automobile che era stato denunciato proprio quella mattina. In base alle immagini di videosorveglianza, hanno tentato di riconoscere l’uomo e hanno individuato il pregiudicato. Il GIP dott. ssa Rachele, ha disposto gli arresti domiciliari, dove il 30enne si trova recluso da giorni. Ieri, assistito dagli avvocati difensori Mariateresa e Demetrio Pratticò, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Adesso il processo seguirà il suo corso.