fbpx

Reggina, Carlo Pellegatti su Menez: “può raccogliere l’eredità di Pirlo e Cozza. Può fare la differenza”

pellegatti

La Reggina si prepara a presentare Jeremy Menez. Il milanista Carlo Pellegatti ha parlato delle qualità tecniche ed umane del francese

La Reggina ha piazzato il colpaccio Jeremy Menez, cresce l’attesa per l’arrivo e la presentazione dell’ex Milan, Roma e Psg. I tifosi sono in estasi per l’acquisto di un grande campione, si tratta solo del primo innesto di una campagna di rafforzamento che si preannuncia di altissimo livello. In collegamento con ‘Vai Reggina’ ha parlato Carlo Pellegatti. 

“Menez è un grandissimo calciatore, l’ho seguito al Milan dove ha giocato una stagione splendida con Pippo Inzaghi. Poi si è operato e successivamente demotivato ed è finita così l’avventura. Quel Milan non aveva riferimenti, era la squadra spettacolare e Menez aumentava la qualità. L’ho seguito anche l’anno scorso, in Francia ha cercato le motivazioni ma il Paris FC ha fatto i conti con una stagione sfortunata. L’ambiente di Reggio lo deve coccolare, ha bisogno di stima e affetto. In questo caso può rendere al massimo, in Serie B può fare la differenza. Menez raccoglie l’eredità per classe ed eleganza di Pirlo e Ciccio Cozza. Deve essere lasciato libero di giocare, può partire da destra, è bravo ad inserirsi. Sarà una Serie B molto difficile. Taibi è un direttore sportivo molto ambizioso”.

Calciomercato, “La Reggina in Serie B potrebbe parlare francese”: dopo Menez occhi puntati su due transalpini