fbpx

Le Previsioni Meteo per la Festa della Repubblica, 2 giugno con nuvole e qualche rovescio in Italia: il bollettino dell’Aeronautica Militare

Previsioni Meteo dell’Aeronautica Militare per la Festa della Repubblica, 2 giugno con nuvole e qualche rovescio in Italia, da giovedì 4 deciso peggioramento: il bollettino

Oggi inizia l’estate meteorologica che porterà ancora qualche residuo di maltempo al Sud, dopo un weekend di forti temporali. La Festa della Repubblica sarà caratterizzata da nuvole e qualche rovescio in Italia, prima di un deciso peggioramento a partire da giovedì 4. Il bollettino fino al 7 giugno del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Martedì 2 giugno

Nord: addensamenti compatti sulle aree alpine ed appenniniche con deboli precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, in miglioramento dalle prime ore serali con ampie schiarite; velature anche spesse altrove in dissolvimento dalla sera ad eccezione del triveneto.

Centro e Sardegna: copertura medio-alta sempre più diffusa ovunque, più significativa già dal mattino sull’isola e poi a ridosso della dorsale appenninica con qualche piovasco o debole rovescio temporalesco, in riduzione serale con successive estese aperture.

Sud e Sicilia: inizialmente cielo sereno ma con nuvolosità in rapido aumento un po’ su tutte le regioni, risultando più consistente dalla tarda mattinata su regioni tirreniche e Sicilia orientale con lievi fenomeni dal pomeriggio sui rilievi calabresi; miglioramento atteso dalla serata sul versante adriatico.

Temperature: minime in rialzo al nord, su Sardegna e Toscana, senza variazioni di rilievo altrove; massime in sensibile diminuzione sulla Sardegna, meno marcata su coste toscane e laziali settentrionali; in aumento su Umbria, regioni centrali adriatiche ed al sud; pressoché stazionarie sul resto del Paese. Venti: deboli dai quadranti settentrionali al centro-sud con locali rinforzi fino a sera sulla Puglia; generalmente deboli variabili al nord. Mari: quasi calmo l’Adriatico settentrionale; poco mossi i restanti bacini.

Le previsioni per i prossimi giorni

Mercoledì 3. Al Nord: addensamenti compatti su aree alpine e prealpine con deboli fenomeni dal tardo mattino, a prevalente carattere di rovescio o temporale, in intensificazione pomeridiana; sulle altre zone il cielo da sereno o poco nuvoloso tenderà in breve a coperto. Centro e Sardegna: iniziali ampie schiarite seguite da annuvolamenti sempre più consistenti con locali piogge, rovesci e temporali su appennino abruzzese e basso Lazio dalla seconda parte della mattinata in esaurimento dal pomeriggio inoltrato. Sud e Sicilia: molte nubi sull’area tirrenica con precipitazioni, anche temporalesche, sulla Calabria e dal pomeriggio, più attenuate, su Campania e Basilicata, in dissolvimento tardo pomeridiano, cielo sereno o poco nuvoloso altrove, temporaneamente velato.

Temperature: minime in diminuzione su Liguria, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Appennino toscano e Sardegna, in lieve aumento su regioni centrali adriatiche e meridionali tirreniche, generalmente stazionarie altrove; massime in flessione su Liguria e pianura padana settentrionale, in rialzo su Emilia-Romagna, Toscana centrorientale, Umbria, regioni adriatiche centromeridionali e Basilicata, più marcato sulla Sardegna, senza variazioni sul restante territorio. Venti: deboli dai quadranti orientali con qualche rinforzo sulla dorsale appenninica centrosettentrionale; deboli variabili sulla Sicilia ed al nord, tendenti a disporsi dai quadranti meridionali sulle relative coste di quest’ultimo. Mari: poco mossi, localmente mosso il Mar Ligure.

Giovedì 4: cielo molto nuvoloso o coperto al nord e sulla Toscana con piogge, rovesci e temporali diffusi su Alpi, Prealpi ed Appennino tosco-emiliano, più insistenti su Verbano e rilievi friulani; generalmente sereno sulla Sardegna; sul restante centro-sud nuvolosità medio-alta alternata a schiarite temporaneamente più ampie.

Venerdì 5: deciso maltempo su gran parte del nord e sulla Toscana con fenomeni temporaleschi diffusi, anche intensi sul Friuli-Venezia Giulia e sui rilievi veneti; rapido peggioramento dapprima sulle regioni tirreniche, ad eccezione di Calabria e Sicilia, e poi su tutto il centro e Campania, Molise e Puglia centrosettentrionale, con precipitazioni consistenti su Lazio ed appennino centrale; dal primo pomeriggio progressivo miglioramento a partire da nord-ovest e Sardegna in estensione serale-notturna al restante settentrione, gran parte del centro e sulla Sicilia.

Sabato 6 e domenica 7: nuvolosità in intensificazione mattutina sulle aree alpine ed appenniniche settentrionali con deboli fenomeni anche temporaleschi, in ampliamento a quelle pedemontane dal pomeriggio; addensamenti compatti su Calabria tirrenica e Sicilia nordorientale con piogge, rovesci e temporali in dissolvimento pomeridiano sulla seconda; alternanza di ampie aperture ed annuvolamenti sul restante territorio. Nella giornata di domenica ancora condizioni di maltempo sul settore alpino e prealpino, velature compatte sull’Emilia-Romagna; cielo sereno o poco nuvoloso altrove seguito da temporaneo aumento pomeridiano delle nubi specie sui rilievi.