Messina, centrodestra in piazza: “Governo non tutela il tessuto economico, il Ponte opera utile a tutta Italia” [FOTO e VIDEO]

/

Messina: oggi a piazza Cairoli si è svolto un flash mob che ha visto la partecipazione congiunta di esponenti di Fdi, Lega e Forza Italia in protesta contro la gestione del Governo dell’emergenza coronavirus

Questa mattina a Messina, manifestanti e rappresentanti di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia si sono riuniti presso piazza Cairoli con l’obiettivo di protestare contro il Governo a cui imputano di aver abbandonato a loro stesse molte delle categorie fondamentali per il tessuto economico e di cui si propongono di farsi portavoce.

Per fare ciò si sono schierati dietro un lungo tricolore (rispettando il distanziamento sociale ed indossando le mascherine) esponendo cartelli con slogan che richiamavano sia alle diverse categorie in crisi come stagionali , commercianti, artigiani, partite Iva e studenti, sia critiche più generiche sull’operato del governo, rivendicando meno burocrazia e più potere ai sindaci. Mosse anche critiche più mirate come quella indirizzata al ministro Bonafede di cui si chiedevano le dimissioni in uno dei cartelli.
La manifestazione è stata anche un preludio rispetto a quella annunciata per il 4 luglio e che si terrà a Roma. Significativa la presenza di giovani direttamente coinvolti nella manifestazione e definiti come il cuore pulsante dell’attività politica sul territorio.

Decisi i toni della deputata regionale di Fratellid’Italia, Elvira Amata, che rispetto al Governo dichiara: “Prima se ne va a casa e prima l’Italia si rialza”.
Secondo l’onorevole i dpcm varati durante la fase di crisi non sono stati sufficienti a risolvere la questione relativa alla crisi di liquidità, danneggiando il tessuto economico anziché salvaguardarlo, poiché concepiti in base ad una logica obsoleta. Secondo Amata sarebbe stato necessario erogare mille euro a tutti coloro i quali avessero avuto necessità rimandando ad un secondo momento i controlli. “Tre mesi di stallo così gestito – commenta – hanno significato che molte delle nostre aziende non potranno riaprire”.

Sul rinnovato dibattito riguardo al ponte sullo Stretto, ed in particolare in merito alle dichiarazioni rilasciate dal viceministro ai trasporti Gianfranco Cancelleri, il quale ha dichiarato che a fronte di quasi cento miliardi di fondi disponibili per opere già cantierabili e ad oggi bloccate per sole questioni burocratiche è quantomeno utopistico parlare di ponte sullo Stretto, la deputata ha commentato: “Quando si dicono queste cose significa che non si vuole fare nulla”. Secondo Amata, infatti, i due discorsi procederebbero su binari paralleli in quanto differenti le somme che vengono stanziate per le opere straordinarie come il ponte da quelle per le opere ordinarie.

Noi – aggiunge – già da qualche  mese abbiamo ripreso la discussione sul ponte chiedendo al presidente Musumeci di collaborare con gli altri Governatori del sud, proponendo di utilizzare quanto rimasto dei fondi europei non spesi per la costruzione del ponte che è un’infrastruttura utile non solo a noi ma a tutta l’Italia”.

Messina, Elvira Amata: “Dpcm assurdi, compreso l’ultimo, non risolvono crisi di liquidità e danneggiano il tessuto economico” [VIDEO]

Messina: le immagini della manifestazione del centrodestra a Piazza Cairoli [VIDEO]

Messina, la manifestazione del centrodestra per il 2 giugno [VIDEO]