fbpx

Messina, l’Asp bandisce i primi avvisi interni per gli incarichi dirigenziali previsti dal nuovo Atto Aziendale

asp messina

L’Asp di Messina pubblicherà a breve gli avvisi interni per il conferimento dell’incarico di Unità Operativa semplice: tutte le informazioni e i dettagli

“Saranno pubblicati a breve sul sito istituzionale dell’ASP di Messina gli avvisi interni per il conferimento dell’incarico di Unità Operativa semplice a valenza dipartimentale della direzione medica del P.O. di Patti, della direzione medica del P.O. di S. Agata M.llo e della U.O. di Ematologia del P.O. di Taormina”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa dell’Asp di Messina. “Gli incarichi di durata triennale – si continua – sono conferiti dal Direttore Generale a Dirigenti medici con almeno cinque anni di attività nel SSN nello stesso profilo professionale, Area e disciplina di appartenenza e valutazione positiva del Collegio Tecnico ai sensi dell’art. 57, comma 2, su proposta scritta e motivata del Direttore di Dipartimento afferente, nel rispetto del CCNL vigente. Nel conferire l’incarico il Direttore Generale deve valutare in particolare le attitudini personali e le capacità professionali dei singoli dirigenti in relazione alle attribuzioni ed ai compiti connessi con l’incarico stesso”.

“Le domande – si apprende ancora – , con la relativa documentazione, indirizzate al Direttore Generale dell’ASP di Messina, dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo PEC personale al seguente indirizzo: concorsi@pec.asp.messina.it. Per la formulazione della proposta d’incarico, il Direttore di Dipartimento dovrà avvalersi della collaborazione di due Direttori di Struttura Complessa individuati dal Comitato del Dipartimento interessato. La proposta d’incarico è trasmessa al Direttore Generale che valuta la proposta del Direttore di Dipartimento; ove la proposta non risulti idonea all’incarico viene redatto parere difforme. Il parere difforme è motivato per iscritto al Direttore del Dipartimento che viene invitato a ripetere la procedura”, conclude la nota.