fbpx

Mafia: arrestato ex poliziotto a Palermo, ‘passava notizie ai boss di Brancaccio’

Palermo, 19 giu. (Adnkronos) – Ancora un colpo al clan mafioso di Brancaccio, a Palermo. In manette è finito anche un poliziotto in pensione accusato di avere passato notizie riservate ai boss di Brancaccio. All’alba di oggi, la polizia, su delega della Dda di Palermo, ha dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare – un arresto, uno ai domiciliari e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria – nei confronti di Vincenzo Di Blasi, 60 anni, ex ispettore di polizia; Salvatore Mendola, 55 anni, e di una terza persona, indagati a vario titolo per concorso esterno in associazione mafiosa e favoreggiamento aggravato.  La misura rappresenta il seguito del provvedimento di fermo emesso dalla Dda di Palermo nel mese di novembre al termine di una complessa attività d’indagine, diretta dal pool di magistrati coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, che aveva consentito di ricostruire gli affari criminali dei fratelli Marino, con particolare riferimento al traffico di stupefacenti e alla pratica delle truffe assicurative realizzate con le gravi fratture in danno delle vittime consenzienti.
Secondo gli investigatori, “con il preciso scopo di tentare di eludere le pressioni derivanti dall’incessante attività di indagine, i Marino avevano approntato un vero e proprio apparato informativo in grado di fornire tempestivamente informazioni sulle iniziative investigative riguardanti il contesto territoriale dello Sperone”.