fbpx

Laboratorio Civico: “Rende pronta per ripartire. Il lockdown non ci ha fermati”

casa municipale rende tricolore

“La conferenza di pianificazione che il sindaco di Rende ha convocato per il prossimo 29 giugno, per l’esame e la valutazione del Documento Preliminare del Piano Strutturale Comunale, sono segno tangibile dell’impegno profuso dal Laboratorio Civico anche nel fronteggiare questi mesi di lockdown”

“La conferenza di pianificazione che il sindaco di Rende, Marcello Manna, ha convocato per il prossimo 29 giugno, per l’esame e la valutazione del Documento Preliminare del Piano Strutturale Comunale, unitamente al lavoro sinergico realizzato da parte degli assessori Artese e Iantorno, sono segno tangibile dell’impegno profuso dal Laboratorio Civico anche nel fronteggiare questi mesi di lockdown”. Ad evidenziarlo in una nota alla stampa, sono i consiglieri dello stesso Laboratorio, Giovanni Gagliardi, Gaetano Morrone, Romina Provenzano, Marco Greco, Nella Fanello, Salvatore Esposito e Francesco Corina, che rilevano: “Nonostante la crisi sanitaria che ha investito a livello globale ogni settore produttivo, economico e sociale, e nella convinzione che le istituzioni dovevano e devono essere in prima linea nel salvaguardare e tutelare gli interessi dell’intera comunità, chiamata a confrontarsi, da un giorno all’altro, con una realtà pandemica senza precedenti, imprevista ed imprevedibile, abbiamo confermato impegno e costante sostegno ai cittadini. I nostri assessori infatti, Iantorno e Artese, peraltro forti della loro esperienza maturata in ambito della precedente legislatura, di concerto con il sindaco Marcello Manna, e con apprezzabile impegno, si sono spesi sin dal primo giorno per fronteggiare l’emergenza e, nel contempo, tracciare il percorso per la ripartenza di tutti i settori. Si è costituita una rete di solidarietà capace di garantire un pasto caldo e generi di prima necessità a chi, dall’oggi al domani, si era trovato senza lavoro e non poter garantire al proprio nucleo familiare il necessario supporto per una vita dignitosa. Sono stati sospesi tutti i termini di scadenza degli adempimenti tributari e di pagamento delle imposte e dei tributi locali, consentendo agli esercenti una ripresa più agevole. Se Rende oggi è ripartita il merito va riconosciuto, senza rischio di smentita, all’intera maggioranza. In tale contesto, l’appuntamento del 29 giugno segna proprio il confine tra ciò che ci lasciamo alle spalle e gli obiettivi per un futuro che garantisca una migliore qualità di vita per tutti, anche attraverso la promozione di politiche sociali e di investimento sui giovani rendesi e non solo. Non dimentichiamoci che è passato meno di un anno dalla rielezione del nostro Sindaco, dalla vittoria della nostra Maggioranza, dal rinnovo della fiducia alla nostra Amministrazione, dalla riconferma del nostro progetto politico: un anno complicatissimo che ha registrato, anche in condizioni avverse, risultati positivi a beneficio esclusivo della collettività rendese. In quest’ottica, abbiamo motivo di ritenere che anche lo stesso PSC, in avanzata fase di completamento delle formalità amministrative, costituisca un ulteriore strumento attraverso il quale tracciare il percorso per una “città dal futuro sostenibile”; al servizio dei cittadini, della storia e delle identità di Rende”. Così conclude la nota.