fbpx

I sindacati: “l’accordo siglato tra la Intermarine e la Leonardo ci permette di puntare al rilancio del cantiere di Messina”

FISMIC e UILM: l’accordo siglato tra la Intermarine S.p.A. e la Leonardo S.p.A. ci permette di puntare sempre più al rilancio del cantiere di Messina

Si è svolto ieri 25 giugno 2020 l’incontro tra la Direzione del Personale della Intermarine S.p.A., la R.S.U. e le OO.SS. FISMIC e UILM, al fine di approfondire l’accordo siglato con la Leonardo S.p.A. e per monitorare il rilancio del cantiere messinese.

Nei giorni scorsi Leonardo S.p.A. e la Intermarine S.p.A. hanno sottoscritto un accordo strategico di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie funzionali alla realizzazione di prodotti di nuova generazione e di collaborazione commerciale volta a perseguire opportunità di business nel mercato navale militare. La collaborazione mira alla ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e a perseguire opportunità di business nel mercato navale militare e para-militare. I centri di ricerca e gli stabilimenti produttivi italiani delle due società investiranno in robotica, tecnologia unmanned e ingegneria navale, aspetti sostanziali e necessari alla produzione di unità multiruolo sia costiere che di altura in grado di soddisfare gli sfidanti profili di missione richiesti per la lotta alle mine e per un controllo efficace del mare.

Pippo De Leo (FISMIC Confsal): “ l’accordo conferma la forte relazione industriale tra le due aziende nonché l’intento di consolidare, a livello nazionale e internazionale, il ruolo del Sistema Paese nell’industria navale della Difesa. Questo accordo rafforza il rilancio del cantiere messinese che si presenta più forte sul mercato ed avendo già dimostrato con l’allestimento delle unità navali UNPAV (ottenute grazie all’impegno assunto e mantenuto dalla Direzione Aziendale e le organizzazioni sindacali FISMIC Confsal e UILM Uil) di essere in grado di garantire efficienza e professionalità anche su costruzioni militari in vetroresina– continua il segretario – senza tralasciare che puntiamo, nelle prossime settimane, la firma della terza unita per le Capitanerie di Porto”.

Rosario Messina (UILM Uil): “grazie alle segreterie provinciali e nazionali di FISMIC e UILM, alla Direzione Aziendale della Intermarine S.p.A. ed alla proprietà che hanno mantenuto gli impegni assunti nei tavoli sindacali ed istituzionali, possiamo finalmente dichiarare che continua l’obbiettivo di sviluppo. Il lavoro congiunto con la Leonardo S.p.A. nei diversi settori specialistici rafforzerà ulteriormente la partecipazione ai programmi di rinnovo delle flotte per lo stabilimento di Messina, cantiere sempre più, anche grazie alle costruzioni in corso per le Capitanerie di Porto, leader nel settore militare”.