fbpx

Elezioni Comunali Reggio Calabria, Lega pronta a scegliere il candidato del centrodestra: Minicuci in vantaggio su Marcianò

Elezioni Comunali Reggio Calabria, Antonino Minicuci verso la candidatura a Sindaco per il Centro/Destra

Pochi dubbi che sembrano sciogliersi con il passare del tempo, gli ultimi giorni prima di decidere in maniera definitiva. Al 90% è quello di Antonino Minicuci il nome scelto dalla Lega quale candidato a Sindaco di Reggio Calabria per la coalizione di centrodestra. Con molta probabilità sarà lui a sfidare Giuseppe Falcomatà alle prossime elezioni comunali che si terranno a settembre. Il condizionale è ancora d’obbligo perché, in casa Carroccio, il confronto, le analisi e le valutazioni sono in corso.

Nelle retrovie, il secondo nome, quello di Angela Marcianò, ex assessore della giunta Falcomatà, in passato vicina a Renzi e più volte pronta ad una discesa in campo solitaria alla guida di una coalizione civica.

Il gruppo dirigente calabrese della Lega in queste ore, dopo aver ottenuto il via libera dall’accordo nazionale sancito dai leader dei tre partiti più importanti, è già al lavoro per accorciare i tempi e sottoporre il nome del candidato agli alleati reggini nel giro di pochissimi giorni, probabilmente entro il fine settimana.

La rosa dei papabili vede Antonino Minicuci, originario di Melito Porto Salvo e da alcuni anni Segretario Generale del Comune di Genova (per un periodo anche Direttore Generale) in netto vantaggio. Proprio la dichiarazione di Salvini, “sarà il Sindaco del Ponte”, sembra essere anche una conferma del profilo: il riferimento infatti sia alla realizzazione del Ponte sullo Stretto, opera strategica secondo il centrodestra, ma anche alla ricostruzione del Ponte Morandi, a Genova, il cui iter burocratico ha visto Minicuci parte attiva vista la sua posizione al Comune.

Minicuci, classe 1954, in passato ha rivestito il ruolo di Direttore Generale della Provincia di Reggio Calabria sotto la presidenza di Giuseppe Raffa e per alcuni mesi ha rivestito lo stesso ruolo nella nuova Città Metropolitana guidata Falcomatà, lo stesso sindaco che oggi potrebbe sfidare. Il nome circola con insistenza negli ambienti politici cittadini anche se tutti, fino all’ultimo, non si meraviglierebbero di una sorpresa finale di Salvini con la scelta di un candidato finora mai emerso dai rumors.