fbpx

La pandemia, la funzione sociale dell’avvocatura e i diritti dei cittadini: la riflessione dell’Avv. Elena Maria Cozzupoli

L’Avv. Elena Maria Cozzupoli: “ripristinare la funzione e la dignità del ruolo dell’Avvocato è fondamentale per il mantenimento della legalità”

“La funzione sociale connessa all’esercizio della professione forense è così importante che le è attribuita addirittura rilevanza costituzionale (art. 24, art. 111 Cost.) Questo avviene non per il solo fatto che la professione forense sia socialmente utile, anche altre professioni lo sono, quanto perché quello dell’avvocato è un ruolo essenziale nell’amministrazione della giustizia, secondo un concetto che è ben scolpito nel secondo comma dell’art. 111 Cost. Senza la presenza dell’avvocato non è possibile garantire un corretto ed equilibrato esercizio della funzione giurisdizionale, vale a dire di quella funzione che è volta a garantire il rispetto delle regole della convivenza civile e democratica e dunque la libertà di ciascuno di noi”. E’ quanto afferma l’Avv.Elena Maria Cozzupoli. “Si può dunque ben dire – prosegue-che il tasso di democrazia con la quale è governato un popolo è direttamente proporzionale al livello di salvaguardia di cui godono gli avvocati, quali paladini del diritto di difesa dei cittadini. In questo consiste la funzione sociale dell’avvocatura”.

“Oggcozzupolii gli avvocati –aggiunge– a causa di limitazioni che irragionevolmente permangono, non possono accedere liberamente ai palazzi di giustizia e dunque non possono garantire ai cittadini la difesa dei loro diritti e delle loro libertà. Questo stato di fatto è frutto di una visione miope da parte del governo che non ha ben valutato gli effetti disastrosi che provoca oggi e provocherà a catena il fermo giudiziario,perché l’accumulo di rinvii delle udienze ad altre date già sature di altri procedimenti comporterà un affollamento di lavoro per il cui smaltimento passeranno anni. Ripristinare quindi la funzione e la dignità del ruolo dell’Avvocato è fondamentale per il mantenimento della legalità , in quanto il primo passaggio verso di essa è veicolato dal professionista che consiglia al meglio il cittadino e con serietà lo accompagna verso il risultato richiesto. Frenare questo meccanismo agevolo solo il malaffare e l’anti-Stato. Effetto perverso che cerchiamo di evitare. Con l’auspicio che queste considerazioni e sollecitazioni possano essere d’ausilio per la migliore ripartenza del settore”, conclude.