fbpx

Decreto carceri, caos alla Camera: Sgarbi portato via di peso [FOTO e VIDEO]

sgrabi espulso aula camera

Sgarbi espulso alla Camera e portato via di peso. Carfagna: “Parole inaccettabili contro me e le donne”

Momenti di tensione nell’Aula della Camera prima del voto definitivo sul decreto carceri. A provocare la polemica è Vittorio Sgarbi, che prende la parola in dichiarazione di voto e rivolge un duro attacco ai magistrati, definendoli “mafiosi” e chiedendo l’istituzione di una commissione di inchiesta “per la nuova Tangentopoli”. Ripreso dalla presidente di turno, Mara Carfagna, e dopo l’intervento della deputata Giusi Bartolozzi di Forza Italia, che stigmatizza le parole del critico d’arte e parlamentare, il quale si lascia andare a parole offensive nei confronti della stessa Bartolozzi, ma anche della vicepresidente Carfagna che, quindi, decide di espellerlo dalla seduta. Non facendolo di propria volontà, è stato necessario l’intervento dei commessi che lo hanno sollevato di peso e portato via. “Vergogna, vergogna” è il biasimo dell’Aula nei confronti dell’atteggiamento di Sgarbi. Prendendo la parola nell’Aula della Camera, subito dopo le polemiche, il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha espresso, “a nome del governo, solidarietà” alla deputata Giusi Bartolozzi e alla vicepresidente della Camera, Mara Carfagna.