fbpx

Coronavirus e Fase 3, il nuovo decreto del Ministro De Micheli per “razionalizzare il servizio di trasporto aereo”

de micheli Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Aeroporti d’Italia e Coronavirus: il nuovo decreto del Ministro De Micheli

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato ieri 14 giugno 2020, con il ministro della Salute Roberto Speranza, un decreto per razionalizzare il servizio di trasporto aereo. In considerazione delle numerose richieste dei gestori aeroportuali, della collocazione geografica degli aeroporti in grado di servire bacini di utenza in modo uniforme sul territorio e della loro capacita’ infrastrutturale, nonche’ della necessita’ di garantire i collegamenti insulari, l’operativita’ dei servizi e’ limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo – Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze – Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Parma, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Verona Villafranca. Negli aeroporti commerciali non inclusi nell’elenco sono consentite le attivita’ di aviazione generale. L’Ente nazionale per l’aviazione civile, può sulla base delle ulteriori richieste ed esigenze di trasporto aereo, previo parere del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, modificare e integrare l’elenco di cui sopra. Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 14 luglio 2020.

E’ UFFICIALE – L’Aeroporto dello Stretto riapre il 1° Luglio, nessun rinvio