fbpx

Coronavirus: Bonino-Della Vedova, ‘Parlamento deve esprimersi su Mes’

Roma, 16 (Adnkronos) – Il Parlamento italiano deve esprimersi sul Mes, anche perchè senza un indirizzo di Camera e Senato “la posizione negoziale dell’Italia ai tavoli europei è debolissima”. Lo affermano Emma Bonino e Benedetto Della Vedova, di Più Europa, lamentando che l’intervento del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Parlamento prima del Consiglio europeo non sarà seguito da un voto su risoluzioni, come quella che avrebbe appunto presentato Più Europa per chiedere di accedere al Mes.
“Il Parlamento europeo già si è espresso, gli unici che non si esprimono sono Camera e Senato -lamenta Bonino- nel frattempo in Europa è accaduta una rivoluzione. E non si vuole che il Parlamento si esprima per problemi interni alla maggioranza. Tra poco ci arriverà un sms che dirà ‘il Parlamento è congelato ed è convocato a domicilio’. E’ il tempo delle decisioni e in una democrazia parlamentare e liberale il luogo corretto per decidere è il Parlamento”.
“E’ dal 19 febbraio che il Parlamento non si esprime con un atto di indirizzo come prevede la legge”, lamenta Della Vedova, nonostante “provvedimenti usciti dal Consiglio europeo a cui il Primo ministro ha partecipato. Nei Paesi dell’Europa dell’Est il Parlamento non decide perchè le maggioranze sono forti, da noi perchè la maggioranza è debole”.