fbpx

Scuola: Ronzulli, ‘combattiamo idee non persone, Azzolina va bocciata’

Roma, 28 mag. (Adnkronos) – “In questo decreto sulla regolarità della conclusione dell’anno scolastico di regolare non c’è assolutamente nulla perché l’anno scolastico si è di fatto concluso con la chiusura delle scuole il 5 marzo. I ragazzi hanno perso competenze, conoscendo da vicino la didattica a distanza che ha rappresentato uno dei più grossi fallimenti del governo in questa crisi”. Lo ha affermato Licia Ronzulli, vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera, durante l’esame del dl Scuola a palazzo Madama.
“Il ministro Azzolina -ha proseguita l’esponente azzurra- per mesi ha millantato il successo dell’e-learning, ha rilanciato dati e statistiche degni delle peggiori fake news (addirittura il 93% dei ragazzi avrebbe avuto accesso alla Dad) salvo poi essere smentita dall’Istat: un terzo delle famiglie italiane non ha un pc, un tablet o strumenti informatici adeguati.
“Noi combattiamo le idee sbagliate, mai le persone”, ha aggiunto Ronzulli, esprimendo la sua personale solidarietà e quella del Gruppo al ministro dell’Istruzione per le minacce ricevute, ribadendo però che “l’unica amara verità, purtroppo, è che l’incapacità del governo ha alimentato le disuguaglianze, creando studenti di serie A e studenti di serie B stroncandone i diritti. In un colpo l’esecutivo è riuscito a deludere 8 milioni di alunni, docenti di ruolo, precari e supplenti, personale Ata, genitori e pure i sindacati. Una bocciatura in piena regola per il ministro, con una pagella insufficiente sulla didattica a distanza, gravemente insufficiente sugli esami di maturità, non classificabile sul rientro a scuola, insufficiente sul concorso per doventi precari e da zero assoluto sulle scuole paritarie e gli asili nido”.