fbpx

Reggio Calabria, sfrecciano con le bici elettriche sulle isole pedonali del centro storico: “anche passeggiare è diventato pericoloso”

Reggio Calabria, la lettera di un lettore di StrettoWeb

Un lettore di StrettoWeb ci ha inviato uno sfogo che riportiamo integralmente, su una problematica che negli ultimi anni abbiamo già posto all’attenzione degli amministratori cittadini: la pericolosità del transito di ciclisti ad alta velocità sulle isole pedonali del centro cittadino, il corso Garibaldi e il Lungomare Falcomatà. Già numerose le richieste di regolamentare il transito a bordo di questi mezzi in aree affollate di pedoni, ma fino ad oggi non è stato preso alcun provvedimento. Ci chiediamo se anche qui si aspetti che accada il peggio, quando è evidente il rischio che tutti corrono quotidianamente, anzichè intervenire in modo preventivo come sta accadendo nelle principali città italiane ed europee.

Ecco il testo integrale:

“Finalmente si può uscire e tornare alla normalità, ma normalità non vuol dire uscire e dover stare attenti continuamente alla tua incolumità tra risse di giovani ubriachi e “super eroi” che sfrecciano sul Corso Garibaldi con bici elettriche a più di 40 km/h. Già le bici elettriche che nell’ultimo periodo hanno avuto un boom impressionante e con il bonus del Governo ce ne saranno in circolazione almeno il triplo. Ad oggi in Italia esiste una legislazione ben precisa che distingue le “bici elettriche a pedalata assistita” con velocità max 25 km/h e pedalata continua, dalle “bici elettriche con motore autonomo” con velocità max 45 km/h anche senza pedalare e che pertanto rientrano nella categoria ciclomotori con obbligo del casco e soprattutto dell’Assicurazione. Ormai sul corso Garibaldi è diventato impossibile passeggiare tranquillamente senza essere sfiorati, spesso da bande di ragazzini minorenni che deridono ed insultano chi si lamenta di esser stato quasi travolto…ma se malauguratamente dovessero causare un incidente, avranno un gran bel da fare gli Avvocati per evitare che i genitori paghino di tasca propria cifre importanti per rimborsare i danni…Sarebbe il caso che il Sig. Sindaco emetta un’ordinanza urgente in vista della stagione estiva per limitare l’uso di queste “bici elettriche a funzionamento autonomo” nelle zone pedonali prima che sia troppo tardi…