fbpx

Reggio Calabria, Neri (Fdi) sulla pesca sportiva: “soddisfatto dei chiarimenti dell’Assessore Gallo e del Consigliere Neri”

nesci

Reggio Calabria, Neri: “soddisfatto per la nota esplicativa sulla pesca sportiva e ringrazio l’Assessore Gallo ed il Consigliere Neri per avere accolto la richiesta di chiarimenti in merito alla possibilità di poter praticare la pesca sportiva in barca durante questo periodo di emergenza sanitaria dovuta al coronavirus”

“Soddisfatto per la nota esplicativa sulla pesca sportiva e ringrazio l’Assessore Gianluca Gallo ed il Consigliere Neri per avere accolto la richiesta di chiarimenti in merito alla possibilità di poter praticare la pesca sportiva in barca durante questo periodo di emergenza sanitaria dovuta al coronavirus”. E’ quanto scrive in una nota Denis Nesci, Commissario provinciale di Fratelli d’Italia. “Diversi cittadini in questi giorni ci avevano segnalato che le autorità competenti, in assenza di uno specifico provvedimento, non consentivano l’uscita in barca – spiega Nesci in una nota – impedendo lo svolgimento di una attività sportiva che registra nella nostra provincia un elevato numero di appassionati e un notevole indotto commerciale legato alla vendita delle relative attrezzature. La pesca sportiva per le sue peculiarità non crea pericoli o assembramenti e costituisce una primaria fonte di sostegno alimentare per numerose famiglie, in quanto il pescato è destinato esclusivamente all’autoconsumo, essendo vietata la vendita. Il Direttore Generale del Dipartimento Tutela della Salute Dott. Antonio Belcastro, con una specifica nota – continua Nesci – ha chiarito che tra le attività sportive consentite è compresa anche la pesca sportiva in forma amatoriale, svolta da persone autorizzate ai sensi della normativa vigente, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri e di tutte le altre norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid19, con non più di 2 persone per imbarcazione. Un importante chiarimento a seguito della lettera che ho provveduto ad inviare all’assessore Gallo – conclude Nesci – che viene incontro alle esigenze di numerosi pescatori amatoriali che avevano dovuto sospendere le attività per le misure restrittive disposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso”.