fbpx

Reggina, Lillo Foti: “vi presento Tempestilli”. L’ex presidente molto fiducioso sulla promozione in Serie B

lillo foti reggina Gettyimages / Maurizio Lagana

Reggina, il presidente Foti spende parole di elogio per Luca Gallo e per il nuovo responsabile del settore giovanile Tempestilli

“E’ stato un periodo di grande difficoltà. Ho apprezzato il comportamento della gente di Reggio in una situazione particolare, nel periodo delle chiusure hanno avuto senso di responsabilità per loro stessi e per gli altri”. Parte da un discorso generale il presidente Lillo Foti. L’ex patron della Reggina ha fatto i complimenti alla popolazione, prima di affrontare l’argomento calcio. In questi ultimi giorni il club amaranto ha comunicato l’arrivo di un nuovo dirigente, che si occuperà del settore giovanile e della squadra femminile. “Conosco Tempestilli per averlo più volte incontrarlo. E’ persona di grande simpatia e stima. Gli auguro di poter svolgere al meglio il compito che gli è stato affidato – ha affermato Foti – . Sono sicuro che ci riuscirà perché è molta umiltà. Nelle volte che ho avuto un colloquio privato col presidente Luca Gallo mi sono permesso di sottolineare l’importanza di quello che è stato il settore giovanile della Reggina. Attraverso il grande lavoro svolto al Sant’Agata, si è creato un bel movimento, è stato di grande contributo alla prima squadra”.

Con il presidente Foti la città ha vissuto anni straordinari, l’unico rimpianto potrebbe essere quello di non essere riuscito ad approdare in Europa. L’imprenditore spiega: “per la mia Reggina solo una Coppa Uefa sfiorata sul campo, non sulla classifica, è avvenuta nell’anno della penalizzazione. Credo però che a prescindere dal risultato, quello sarebbe stata la ciliegina sulla torta, ma negli anni la squadra ha sempre ottenuto grandi traguardi, catturando la simpatia degli amanti del calcio”.

“La Serie C non credo sia nelle condizioni di riprendere il campionato – prosegue Foti – . La volontà espressa da parte dei presidenti in Assemblea di Lega Pro è significativa, sono coscienti di non poter affrontare le norme del protocollo. Credo che anche la Serie B abbia difficoltà oggettiva. L’unica alla luce di quelle che sono le limitazioni, credo sia solo la Serie A, per questione di interessi economici legate ai diritti tv e per la necessità di comunicare alla Uefa le squadre che dovranno partecipare a Champions ed Europa League. Il 28 maggio credo che l’unica certezza della Figc sarà quella di ufficializzare la promozione di Reggina, Monza e Vicenza.

Infine una battuta sul discorso stadio, su cui il Luca Gallo punta molto per dare un contributo sociale concreto alla realtà sportiva calabrese: “il Granillo ha bisogno di un piccolo intervento, per questioni di sicurezza. Sarebbe bello se lo stadio diventasse di fruizione pubblica, non solo di una tribuna da riempire durante le partite. Molto dipende dalle istituzioni e dalle intenzioni del presidente Gallo, si sta procedendo nella direzione che questo potesse avvenire”.