Previsioni Meteo, in arrivo temporali in Calabria e Sicilia con calo delle temperature. [DETTAGLI]

Previsioni Meteo: cambiamento delle condizioni in Calabria e Sicilia: dopo una settimana di fuoco, calano le temperature e arrivano i temporali

Dopo una settimana rovente al Centro-Sud, con temperature che hanno stabilito nuovi record per il mese di maggio, la colonnina di mercurio si abbasserà nei primi giorni della settimana. Il cambiamento sarà accompagnato anche da forti temporali sulle regioni centro-meridionali a causa di una bassa pressione in arrivo dalle Baleari. Ecco le previsioni del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare per oggi, domani e i prossimi giorni

Domani, martedì 19 maggio

Nord: nuvolosità irregolare, a tratti più consistente sui rilievi e sull’Emilia-Romagna orientale dove sono attesi isolati rovesci e temporali. Nel pomeriggio estensione dei fenomeni alla pianura veneta.

Centro e Sardegna: molte nubi su tutte le regioni con precipitazioni convettive sparse sulle regioni adriatiche e diffuse altrove. Attesi temporali localmente intensi su Sardegna settentrionale, alto Lazio e Toscana centromeridionale. Dalla sera attenuazione dei fenomeni e diradamento della copertura nuvolosa su Sardegna e Lazio, mentre tenderanno ad intensificarsi le precipitazioni sulle Marche.

Sud e Sicilia: nuvolosità, prevalentemente medio-alta, in rapida intensificazione mattutina su Molise ed aree tirreniche con associate deboli precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, specie a ridosso della dorsale appenninica nel pomeriggio; dalla sera attesi rovesci diffusi anche sulla Sicilia occidentale.

Temperature: minime in calo su Veneto, Friuli-Venezia Giulia, appennino settentrionale, Sardegna orientale, Umbria, regioni tirreniche ed a ridosso della dorsale appenninica adriatica, in lieve rialzo sui rilievi piemontesi e valdostani, senza variazioni di rilievo altrove; massime in diminuzione al nord-est, su pianura lombarda, aree centrali piemontesi, Liguria, Toscana, basso Lazio, Sardegna, Campania, aree tirrenica calabrese, Sicilia tirrenica ed occidentale, nonché sulle coste ioniche, più marcata su basso veneto ed Emilia-Romagna settentrionale, in aumento su rilievi di nord-ovest, Molise, Puglia settentrionale e restante adriatica, stazionarie altrove. Venti: moderati da est/nord-est sulla pianura padana, con forti rinforzi sulle coste; deboli settentrionali su restante nord, Umbria, regioni adriatiche centrali e meridionali, con rinforzi sulle aree appenniniche; da deboli e moderati nordoccidentali sulle isole maggiori, con rinforzi sull’area sudoccidentale della Sardegna ed occidentale della Sicilia; deboli variabili altrove. Mari: molto mossi lo stretto di Sicilia, il mare e il canale di Sardegna, fino a localmente agitato dalla sera quest’ultimo; poco mosso l’Adriatico centrale e meridionale; mossi i restanti bacini.

Le previsioni per i prossimi giorni

Mercoledì 20. Al Nord: cielo sereno o poco nuvoloso, salvo annuvolamenti più consistenti sui rilievi di confine. Centro e Sardegna: poche nubi sulla Toscana, con al più isolati piovaschi sull’area centromeridionale; annuvolamenti compatti altrove con precipitazioni convettive sparse, più diffuse ed insistenti su Marche meridionali, Abruzzo e basso Lazio. Dal pomeriggio diradamento della copertura nuvolosa ed attenuazione dei fenomeni, salvo deboli rovesci serali sull’Abruzzo. Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto su tutte le regioni con rovesci diffusi e temporali, specie sulle arre peninsulari. Dalla sera attenuazione dei fenomeni sulla Sicilia centromeridionale.

Temperature: minime in diminuzione su Piemonte centrale, regioni adriatiche centrali e meridionali, basso Lazio e restante sud, in tenue rialzo su Veneto e Friuli-Venezia Giulia, stazionarie altrove; massime in aumento al nord, su Toscana settentrionale ed occidentale, nonché sulla Sardegna, più marcato sulla Pianura Padana, in calo sul resto del Paese, specie su Abruzzo, Molise e Puglia garganica. Venti: da moderati a forti da nord-est lungo le coste adriatiche settentrionali e centrali, nonché nelle aree interne di Marche, Abruzzo e sul Molise; da moderati a temporaneamente forti su Sicilia e Calabria meridionale; deboli orientali sulla Pianura Padana; settentrionali altrove, con rinforzi su coste sarde orientali, Appennino centrale, Toscana meridionale, restante Umbria ed alto Lazio. Mari: molto mossi lo stretto di Sicilia, il mare e canale di Sardegna ma con moto ondoso in attenuazione; molto mosso lo Ionio meridionale; mosso fino al pomeriggio il Mar Ligure poi poco mosso; mossi i restanti bacini.

Giovedì 21: residua instabilità al sud. Infatti, già dalla tarda mattinata è attesa una rapida attenuazione dei fenomeni con successivo cielo sereno. Sul resto del Paese prevalenza di sole, salvo locali annuvolamenti compatti a ridosso dei rilievo alpini nelle ore centrali della giornata.

Venerdì 22: ampio soleggiamento e scarsa nuvolosità al centro-sud. Cielo generalmente velato al nord, salvo locali annuvolamenti compatti su Alpi e Prealpi.

Sabato 23 e domenica 24: tempo stabile e soleggiato sulle regioni centrali e meridionali ma con transito di velature anche spesse al centro al mattino. Al nord rapido aumento della copertura nuvolosa con possibili precipitazioni convettive diffuse dal pomeriggio sui rilievi e sparse altrove. Domenica nuvolosità irregolare a tratti intensa al nord, con possibili locali rovesci al nord-est. Sul resto del Paese cielo sereno o poco nuvoloso, salvo nubi più consistenti sull’Appennino centrale.