fbpx

Pippo Inzaghi: “Reggina, quanti ricordi. Spero possa tornare dove merita. Viola? Vi racconto un aneddoto”

Gettyimages / FRANCESCO PECORARO

Filippo Inzaghi ha ricordato anche le gare giocate in Serie A contro la Reggina: grandi parole poi per le squadra del presente, soprattutto per gli amici Toscano e Taibi

“E’ giusto portare a termine quel che è stato iniziato. Ci sono buone probabilità di tornare in campo, abbiamo l’esempio della Bundesliga. Speriamo che ogni giorno vada sempre meglio dal punto di vista sanitario”. E’ questo il pensiero di mister Filippo Inzaghi ai microfoni di Reggina Tv. L’allenatore del Benevento ha commentato l’esito del Consiglio Federale, la sua squadra è ad un passo dalla Serie A e quindi spera che il campionato possa riprendere per consacrare l’obiettivo. Una situazione che ricorda molto quella della Reggina, una piazza che l’ex campione del Milan conosce bene: “complimenti a Toscano, è un grande uomo e professionista. Anche Taibi è un grande conoscitore di calcio. Sono molto amico con entrambi. Sono contento per la piazza di Reggio Calabria, ho giocato contro tante sfide e ricordo che c’era sempre un gran pubblico. Nel 2007 ricordo che arrivammo in riva allo Stretto da Campioni d’Europa, mentre la squadra di Mazzarri ottenne la salvezza. Non vedo l’ora di venire a Reggio per una passeggiata e gustare un gelato, chiunque conosco mi parla di questo. Spero che la Reggina possa tornare dove merita. Ho seguito la squadra amaranto e posso dire che ha fatto davvero un grande campionato. Con i giusti innesti può far bene anche il prossimo anno, ha già un gran gruppo. Il salto dalla C alla B è diverso dal salto dalla B alla A”.

Filippo Inzaghi ha dimostrato di essere in questa stagione uno dei migliori allenatori italiani, così come suo fratello: “lo ammetto, lui è molto più forte di me. Simone sta molto bene alla Lazio. La sua squadra ha dimostrato di essere la migliore squadra in Serie A prima dello stop, so che era molto dispiaciuto per l’interruzione. Ma comunque gli vanno fatti i complimenti”.

Una battuta su Nicolas Viola, ex calciatore della Reggina. Filippo Inzaghi ha speso bellissime parole per lui: “è un giocatore di categoria superiore, è stato per me una sorpresa positiva. Vi racconto un aneddoto. Ad inizio anno ho fatto un giro di chiamate per presentarmi. Lui mi ha confessato di voler arrivare in Nazionale. All’inizio ho pensato fosse troppo ambizioso, ma poi ho capito che lui si allena con grande impegno per quello ed è stato tra i protagonisti della cavalcata”.

Infine una considerazione sul Monza di Berlusconi e Galliani: “ai tempi mai avrei immaginato di vederli lontani dal Milan. Per la passione che ci mettono, è facile pensare che puntano ovviamente a grandi obiettivi. L’amministratore delegato poi si diverte ancora come un bambino. Sono contento per loro”.