fbpx

Fca: DE Petris, ‘chiarire come verrà usato prestito e misura investimenti’

Roma, 19 mag. (Adnkronos) – “La questione del prestito con garanzia dello Stato italiano chiesto da Fca Italia deve essere affrontata senza pregiudizi ideologici ma anche senza alcun condizionamento e senza alcuna soggezione nei confronti di Fca. La linea di credito chiesta da Fca Italia serve a pagare i debiti dell’azienda nei confronti dei fornitori, non a anticipare liquidità ai fornitori stessi. La richiesta di accedere a una linea di credito a tassi agevolati serve inoltre a garantire la distribuzione del maxidividendo di 5,5 mld previsto per il 2021, con la fusione tra Fiat-Chrysler e la francese Psa”. Lo afferma la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
‘E’ pertanto necessario ‘aggiunge- che Fca chiarisca nel dettaglio come intenderebbe usare il prestito garantito dallo Stato italiano e quali investimenti ha in programma. Allo stesso tempo dovrebbe essere acclarato che il prestito di 6,3 mld non serva a garantire il maxidividendo, anche sospendolo per tutta la durata del finanziamento. Sarebbe davvero paradossale se uno Stato che si trova in gravissime difficoltà come quello italiano dovesse garantire un prestito per assicurare agli azionisti della capogruppo la possibilità di incassare un enorme maxidividendo”.